menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Record storico di grifoni, 360 alla Riserva del lago di Cornino

Sono aggregazioni temporanee legate al rientro di molti esemplari che trascorrono l’estate in Austria, dopo le prime nevicate

Il Progetto Grifone, avviato da quasi 30 anni nella Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino, ha consentito di creare condizioni favorevoli per il ritorno della specie e la conservazione di altri avvoltoi. Il progetto iniziale di Fabio Perco, con la direzione scientifica di Fulvio Genero e la gestione di vari operatori e, negli ultimi anni, della Cooperativa Pavees, ha avuto successo. «Negli ultimi anni – spiega Genero - abbiamo assistito a un aumento del numero di grifoni nella riserva. Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre le consistenze sono molto elevate e quest'anno, in diverse occasioni, sono state superate le 280 presenzeIl 7 settembre, un conteggio dettagliato ha consentito di documentare un record davvero notevole: almeno 360 grifoni contemporaneamente presenti sul punto di alimentazione». 

«Si tratta di un record a livello nazionale, sicuramente non documentato da molto tempo in Italia. Sono aggregazioni temporanee di individui – chiarisce Genero -, che si verificano in questo periodo e che sono legate in particolare al rientro dei grifoni che trascorrono l’estate in Austria, dopo le prime nevicate, e all'arrivo di molti giovani dalle zone di nidificazione della Croazia. Tra pochi giorni molti andranno verso sud, per trascorrere l'autunno e l'inverno in Croazia, nei Balcani o altri Paesi ancora più lontani. Anche la colonia risulta in aumento. Parte dei giovani nati in Friuli (almeno una trentina l’anno) rimangono nell’area. Il progetto di conservazione ha un’importanza internazionale e fa da punto di riferimento anche alle colonie nidificanti in Croazia e ai grifoni in transito sulle Alpi. Un grande risultato se si considera la diminuzione della specie in varie aree europee e il declino che, prima dell’inizio del progetto, interessava le Alpi  conclude Genero -, dove il numero di grifoni durante l’estate era di appena 40-80 individui».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento