Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

In Comune a Trieste la «Regata della Grande Guerra»

Stamane in Municipio le delegazioni di rematori e dirigenti delle società sportive italiane, austriache e tedesche partecipanti alla 2° edizione della “Regata della Grande Guerra” che si è tenuta nello stesso pomeriggio di oggi

Partenza avvenuta alle ore 17 dal Castello di Miramare (leggermente anticipata rispetto al programma originario) e successivo arrivo al Molo Audace.

Ideata nel 2014, anche per volontà del Comune di Trieste, la regata di canottaggio della “Grande Guerra” - una long distance di 6 km attraverso il Golfo di Trieste (sul tragitto, come detto, Miramare-Molo Audace) - è un progetto del Circolo Canottieri Saturnia di Trieste che coinvolge il canottaggio sia a livello amatoriale che agonistico con la presenza di nomi prestigiosi in ambito nazionale e internazionale, risultando una delle iniziative più interessanti e di richiamo di vogatori provenienti da diversi Paesi. 

 Gli sportivi – circa una sessantina – sono stati accolti nella Sala del Consiglio Comunale dall'Assessore allo Sport Edi Kraus che, portando il benvenuto della Città, ha invitato tutti, in primo luogo i numerosi e giovanissimi ragazzi e ragazze partecipanti alla competizione, alla «conoscenza e rispetto della storia e delle storie che questa Regata richiama alla memoria, nel contempo rivolgendo ogni nostro sforzo all'intensificazione di quei nuovi legami di fratellanza e cooperazione che il mare, e il nostro Adriatico in particolare, ci propone e ci offre quotidianamente con sempre nuove occasioni di incontro».

Dopo di lui sono intervenuti, con analoghi “messaggi” per una più forte amicizia tra i popoli anche grazie allo sport, il presidente del Circolo Canottieri Saturnia Gianni Verrone, il presidente del Comitato Regionale della Federcanottaggio del Friuli Venezia Giulia Massimiliano D’Ambrosi e i “vertici” delle società e federazioni ospiti, Josef Lang presidente del Passauer Ruderverein (la Società dei Canottieri di Passau, Germania) e Christoph Neugebauer “vice” della Kärntner Landesruderverband (Federazione regionale di canottaggio della Carinzia), questi ultimi in particolare per elargire parole di grande ammirazione per la bellezza della città e del nostro mare !

Al termine, tradizionali foto ricordo e scambi di gagliardetti e magliette fra le Società, nonché per tutti i presenti la pregevole guida turistica di Trieste del Touring Club e altri doni da parte del Comune.

Nella sua prima edizione la Regata aveva visto competere complessivamente circa venti “ammiraglie” (con otto vogatori più timoniere) e quindici GIG (le imbarcazioni a quattro più timoniere) provenienti da Ungheria, Austria, Slovenia e Italia.
Anche quest'anno sono in gara sia “ammiraglie” che GIG, con circa 160 rematori complessivi, stavolta, come detto, austriaci, tedeschi e italiani. Presente per la prima volta, proprio con un'“ammiraglia”, una società romana, la ASD “Canottieri Navalia” con base sul Lungotevere, nel pieno centro dell'Urbe. E tra i canottieri della “Saturnia” anche il “plurimedagliato” Olimpico Rossano Galterossa.

La cerimonia di premiazione alle ore 20 nella sede del C.C. “Saturnia”, in viale Miramare 36, a Barcola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Comune a Trieste la «Regata della Grande Guerra»

TriestePrima è in caricamento