I numeri del Covid-19: da gennaio acquistati dalla Regione oltre 34mila dispositivi di protezione

Le forniture sono state distribuite al sistema sanitario, socio-assistenziale, ai Comuni, alle Prefetture, alle Uti, al volontariato, alla Protezione civile regionale, ai servizi essenziali, agli uffici regionali e alla popolazione

Foto Aiello

Sono 34.415.206 i dispositivi di protezione e medici che la Regione Friuli Venezia Giulia ha acquisito, da gennaio ad aprile, per il tramite dell'Azienda regionale per il coordinamento della salute (Arcs), la Protezione Civile del Fvg e la Protezione nazionale per far fronte all'emergenza Covid-19. Le forniture sono state distribuite al sistema sanitario, socio-assistenziale, ai Comuni, alle Prefetture, alle Uti, al volontariato, alla Protezione civile regionale, ai servizi essenziali, agli uffici regionali e alla popolazione. A fornire i dati è stato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, rispondendo, oggi, in Consiglio regionale ad un'interrogazione sui fabbisogni e le disponibilità dei dispositivi di protezione individuale per le strutture sanitarie, le forze dell'ordine, i volontari e i cittadini della regione.

Riccardi ha dato conto nel dettaglio di come i 34.415.206 dispositivi di protezione e medici siano stati acquisiti, da gennaio ad aprile, per l'82% pari a 28.286.314 unità da Arcs (gel disinfettanti, mascherine, camici ecc), per il 5% pari a 1.786.502 articoli dalla Protezione civile regionale nel periodo marzo-aprile e, nello stesso arco temporale, per il 13%, pari 4.342.390 dispositivi, dalla Protezione nazionale. Il materiale è stato così distribuito: 30.218.439 articoli al settore sanità e socio-assistenziale, 168.016 alle Prefetture, 894.075 ai Comuni, 14.054 alla Protezione Civile del Fvg, 19.021 agli Uffici regionali e alle sedi periferiche, 64.541 al volontariato, 87.604 ai servizi essenziali, 74.346 ai servizi socio assistenziali e 1.810 alle Uti per un totale di 31.541.906 dpi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A questi si aggiungono 1.859.350 mascherine monouso non medicali e 1.013.950 mascherine pluriuso distribuite alla popolazione. L'esponente della Giunta Fedriga ha informato come nel trimestre febbraio-aprile la Regione sia riuscita ad acquisire quasi totalmente in autonomia, 30.218.439 dispositivi per il settore sanitario, a fronte di un fabbisogno stimato pari a 36.900.000 accorciando le distanze fra le necessità e l'effettiva disponibilità del sistema che ha manifestato, a causa della crescita esponenziale della domanda, un'oggettiva difficoltà nel reperire le forniture di protezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento