rotate-mobile
Cronaca

Regione, bocciata la "Festa della famiglia naturale"

19.12 - Soddisfazione M5S. Ussai: «No alle discriminazioni nei confronti delle diverse tipologie di unioni». Frattolin: «Bene che l’Aula non abbia ceduto alla provocazione della Lega»

I portavoce del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Eleonora Frattolin e Andrea Ussai, esprimono soddisfazione per il voto contrario alla mozione sull’istituzione della festa della “famiglia naturale”, che segue il voto positivo sulle unioni civili della scorsa settimana.

«Come M5S riteniamo che la famiglia vada valorizzata perché è veramente il nucleo fondamentale che sostiene la società. Non riteniamo però necessario difendere o rinforzare con mezzi straordinari la “famiglia naturale” semplicemente perché, per le sue caratteristiche, non ne ha bisogno - spiega Ussai -. Maggiori tutele invece andrebbero garantite a tutte quelle unioni che assicurano relazioni stabili tra due persone, che siano esse di sesso diverso o dello stesso sesso, il che non vuole dire mettere in discussione il matrimoni tradizionale con tutti i suoi valori!». 

«Siamo quindi favorevoli al sostegno della famiglia - aggiunge il portavoce M5S - ma riteniamo che non sia giusto esprimere alcuna discriminazione nei confronti delle diverse tipologie di unioni».

«Siamo contenti che il Consiglio regionale non abbia ceduto alla provocazione della Lega - afferma Eleonora Frattolin -. L’occasione è stata comunque propizia per ricordare, in Aula, ai firmatari di questa mozione come loro stessi si siano presentati non più di un anno fa, in questo consesso, con la convinzione che la propria formazione sociale di gruppo consiliare fosse granitica e immutabile nel tempo, proprio come quello di una famiglia tradizionale ed omogenea. Le cose, invece, in poco tempo sono cambiate. E i firmatari di questa mozione ne sono la testimonianza.Firmatari che - conclude Frattolin - devono prendere atto che nella vita c’è spazio anche per un sistema “Misto”».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, bocciata la "Festa della famiglia naturale"

TriestePrima è in caricamento