rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Regione: opere pubbliche, sbloccati fondi per 14 milioni

14.13 - L'Assessore Santoro: «Il meccanismo introdotto è la risposta concreta che diamo agli Enti locali per sbloccare l'utilizzo di fondi e riavviare delle progettualità - afferma l'assessore Santoro»

Nel 2015 gli Enti locali potranno attivare  cantieri per il valore di 14 milioni di euro. E' il risultato  della delibera approvata oggi dalla Giunta regionale su proposta  dell'assessore ai Lavori pubblici Mariagrazia Santoro, che  autorizza la conversione di contributi pluriennali concessi ed  erogati per opere pubbliche attualmente "ferme" a causa del patto  di stabilità.

Il meccanismo di conversione consente agli Enti locali di  destinare le annualità di contributi pluriennali già incassate e  da incassarsi nel 2014 e 2015, concesse per un'opera che  attualmente si trova in fase di "stallo", alla realizzazione di  un intervento diverso o più limitato di quello originario, che  può però essere concluso senza ricorrere a forme di indebitamento.

La delibera attua per la prima volta l'art.29 della legge 13/2014  di "semplificazione in materia urbanistico-edilizia, lavori  pubblici, edilizia scolastica e residenziale pubblica, mobilità,  telecomunicazioni e interventi contributivi" ed accoglie le  domande presentate entro lo scorso 22 settembre.

Le richieste sono pervenute da 38 Enti locali e si riferiscono  complessivamente a 52 opere pubbliche attualmente bloccate, che  usufruiscono di contributi pluriennali per quasi 2 milioni di  euro l'anno. Di queste, per ora, la Giunta regionale ha sbloccato  la realizzazione di 29 opere segnalate da altrettanti Enti  locali. Le restanti domande si riferiscono a situazioni non  previste attualmente dalla norma, ma delle quali verrà tenuto  conto successivamente.

« Il meccanismo introdotto è la risposta concreta che diamo agli Enti locali per sbloccare l'utilizzo di fondi e riavviare delle  progettualità - afferma l'assessore Santoro - è il primo  risultato della norma di semplificazione approvata a luglio e che  ora dimostra che abbiamo individuato soluzioni percorribili Anche i casi esclusi dall'attuale normativa, potranno trovare  soluzione con l'apporto costruttivo del Consiglio regionale che  su questo tema sarà chiamato ancora a legiferare. Ricordo che la  Legge 13 ha avuto l'approvazione unanime dell'assemblea  regionale, a riprova di quanto sia interesse comune lo sblocco  delle opere pubbliche e dell'economia di settore, che può fare da volano alla ripresa sul territorio » .

Tra i contributi ammessi a riconversione ci sono, a titolo   esemplificativo, 7 rate del valore complessivo di 1,8 milioni di  euro destinate originariamente ai lavori di ristrutturazione del  complesso denominato ex Frigorifero del Friuli a Udine, da  utilizzare per il restauro e riuso della Palazzina di ingresso  dell'ex macello e realizzazione del parcheggio; 7 rate per il  valore di 140 mila euro destinate originariamente alla Provincia  di Pordenone per la rotatoria sulla Pedemontana occidentale a  Polcenigo, da utilizzare per la pista ciclabile lungo la Strada  Provinciale SP15 del Livenza e lungo la Strada Provinciale SP44  di Cervaro. O ancora, 4 rate del valore di 100 mila euro  originariamente destinate al Comune di Fogliano Redipuglia per la  copertura fotovoltaica del parcheggio del municipio e che ora il  Comune potrà utilizzare per realizzare interamente gli spogliatoi  della palestra delle scuole.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione: opere pubbliche, sbloccati fondi per 14 milioni

TriestePrima è in caricamento