rotate-mobile
Cronaca

Regione-Slovenia, protocollo d'intesa per intensificare collaborazione su agricoltura

E' quanto è emerso all'incontro tra il ministro sloveno all'agricoltura Dejan Zidan e il vicepresidente della Giunta regionale Sergio Bolzonello, che si è tenuto in occasione della Fiera Agriest

Riavvio del tavolo della Commissione mista dell'agricoltura tra la Regione Friuli Venezia Giulia e la Repubblica di Slovenia per intensificare la cooperazionerisolvere le questioni del settore ancora aperte e delineare comuni strategie di sviluppo.

E' quanto è emerso all'incontro tra il ministro sloveno all'agricoltura Dejan Zidan e il vicepresidente della Giunta regionale Sergio Bolzonello, che si è tenuto oggi a Udine in occasione della Fiera Agriest.

All'incontro, promosso dall'associazione agricoltori della minoranza slovena Kmecka zveza, si è parlato del Protocollo d'intesa sul Prosecco, che è stato firmato nel 2009 tra il Ministero delle Politiche agricole, la Regione e le varie associazioni di categoria.

«Come da impegno personale preso in Consiglio regionale - ha sottolineato l'assessore alle Risorse agricole e forestali Bolzonello - entro il 15 marzo riconvocherò le parti per giungere all'attuazione del Protocollo, che ha visto fare nel corso degli anni solo alcuni passi avanti».

In merito alla questione dei piani d'attuazione delle aree di Natura 2000, che gli agricoltori attendono, l'assessore Bolzonello ha ricordato come a breve gli uffici competenti consegneranno i regolamenti. In seguito alla modifica della legge regionale n. 5/2014 risulta semplificato l'iter per la pubblicazione dei menzionati piani.

Particolare attenzione è stata rivolta dalle due cariche istituzionali (Zidan è anche vicepresidente del Governo sloveno) anche allo sviluppo della collaborazione tranfrontaliera nell'Isontino, specificatamente al settore vitivinicolo tra il Collio e le Brda in Slovenia, "dove - ha valutato Bolzonello - non c'è abbastanza cooperazione".

Nel corso del colloquio di carattere amichevole e costruttivo, il ministro e l'assessore hanno analizzato le problematiche della politica europea agricola, talvolta contradittoria, ed hanno evidenziato il bisogno di definire "una linea politica comune per intervenire insieme a Bruxelles".

Bolzonello e Zidan si sono soffermati poi sulla necessità di semplificare la burocrazia per gli agricoltori in entrambi i Paesi e sulla volontà di voler contrastare con misure congiunte i danni causati dalla fauna selvatica nel settore primario.

Da entrambi è stata anche richiamata l'attenzione sulle difficoltà del settore zootecnico in seguito alla prossima liberalizzazione delle quote latte.

La visita del vicepresidente del Governo di Lubiana in Friuli è iniziata stamani al Centro di fecondazione artificiale di Moruzzo. Il settore dell'allevamento dei bovini è infatti rilevante anche in Slovenia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione-Slovenia, protocollo d'intesa per intensificare collaborazione su agricoltura

TriestePrima è in caricamento