Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Regione, sperimentazione produzione cannabinoidi: ok dalla III Commissione

Presentata nell'ottobre del 2015 e illustrata alla Commissione lo scorso febbraio, la proposta è stata esaminata valutando anche gli emendamenti a corredo

Favorevole all'unanimità il voto della III Commissione consiliare alla proposta di legge del M5S per normare la sperimentazione della produzione di medicinali a base di cannabinoidi e modificare la legge regionale n.2 del 2013 sulla materia.

Presentata nell'ottobre del 2015 e illustrata alla Commissione lo scorso febbraio, la proposta è stata esaminata valutando anche gli emendamenti a corredo, proposti da consiglieri sia del MoVimento 5 Stelle che del Pd che saranno anche relatori per l'Aula. Il provvedimento infatti sarà all'attenzione dell'Assemblea regionale giovedì 23 giugno assieme alla relazione sull'attuazione e sui risultati della legge 2 nel biennio 2014-2015, anch'essa oggi al vaglio dei commissari.

Nella relazione, presentata in base alla clausola valutativa della legge, si evidenzia che sul mercato italiano, al momento dell'entrata in vigore della legge 2, mancava una specialità medicinale registrata a base di cannabinoidi e la norma regionale era volta anche a facilitarne l'importazione; esigenza venuta meno nel corso dello stesso 2013 con la registrazione di un marchio, ed ora il farmaco è disponibile sul mercato ed è prescrivibile a carico del Servizio Sanitario su tutto il territorio nazionale indipendentemente dalla norma regionale. La spesa a carico del Servizio Sanitario regionale per questi trattamenti ammonta, fino al 2015, a 103mila euro (una parte in regime ospedaliero, una in distribuzione diretta). La norma intendeva estendere la rimborsabilità a carico del SSR anche dei preparati magistrali non rimborsabili in base alla normativa nazionale, ma la disposizione non ha avuto effetti in quanto tutte le prescrizioni dell'unico prodotto che di fatto in FVG è utilizzato per tali preparazioni sono state dispensate dalle farmacie con oneri a carico dei privati e nessun paziente è stato messo in trattamento a carico del SSR.


Quanto alla proposta di legge, nello spirito di giungere alla definizione di un provvedimento pienamente condiviso, diverse modifiche emendative ai cinque articoli costitutivi il testo originario sono state ritirate dai proponenti in vista di una formulazione congiunta e condivisibile, sia sul piano dei contenuti che tecnico, delle disposizioni che verranno proposte all'Aula. Fra le modifiche accolte, una aggiuntiva concerne una serie di disposizioni attuative per assicurare l'omogeneità della applicazione delle disposizioni sul territorio regionale e in particolare nell'erogazione dei farmaci cannabinoidi nell'ambito ospedaliero e in quello domiciliare; inoltre per monitorare il consumo in FVG dei farmaci cannabinoidi distinguendo i medicinali importati dai preparati galenici magistrali; per promuovere la massima riduzione dei tempi di attesa; per prevedere, infine, forme collaborative tra le farmacie ospedaliere e delle aziende sanitarie per garantire la qualità dei preparati e la continuità terapeutica ai pazienti, anche al fine di assicurare punti di preparazione ad alta competenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, sperimentazione produzione cannabinoidi: ok dalla III Commissione

TriestePrima è in caricamento