menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un Renoir alla casa d'aste Stadion

Quasi mille lotti alla prossima asta della Stadion. Oltre a Renoir spicca un quadro di Timmel e un dipinto di Zangrando

La prossima asta della Stadion proporrà quasi mille lotti che verranno battuti in 6 tornate suddivise in due giornate e tra questi spicca in assoluto un'opera firmata da uno dei più grandi impressionisti francesi Pierre-Auguste Renoir. L'opera che la Stadion avrà l'onore di presentare al suo pubblico è un monotipo realizzato nel 1896 firmato con dedica ad un amico che rappresenta una modella distesa.

Pierre-Auguste Renoir

Il monotipo in questione è un'opera unica che l'artista dipinge su vetro e a pittura fresca lo rivolta sulla carta al fine di ottenere una stampa unica e irripetibile.

L'opera firmata porta al retro l'etichetta della galleria Goupil di Parigi che è stata per anni punto di riferimento per le opere di autori come Degas , Toulouse Lautrec, Cezanne e lo stesso Renoir. L'opera rappresenta una rarità per Renoir che non era solito realizzare opere con questa tecnica. Si conoscono pochi monotipi di Renoir .L'artista si cimentò con il monotipo per emulare il suo amico Degas che invece utilizzava questa tecnica con più frequenza.

Il lotto (numero 904 )che proviene dalla collezione degli eredi della famiglia Fonda-Savio verrà battuto nella serata del 5 dicembre alle ore 20.30 con una base d'asta di euro 20.000.

Pittura triestina

Ma se ovviamente per nome e risonanza l'opera di Renoir sarà la punta di diamante tutta l'astariserverà delle sorprese per gli appassionati. 1000 lottti che tratteranno un po' tutti gli ambiti dell'antiquariato e del collezionismo nazionale e internazionale. Per la pittura triestina come consuetudine ci saranno i nomi più importanti. Tominz, Parin ,Barison, Cambon, Rietti, Sofianopulo, Scomparini, Fini, Stracca, Righi, Perizi, Rosignano.

Vogliamo però sottolineare due opere che per soggetto e rappresentazione spiccano sulle altre. Un 'opera di Vito Timmel intitolata "Il Teatro" (lotto 517) pubblicata sul catalogo CRT ed esposta presso la mostra "Museo della Follia " di Vittorio Sgarbi al palazzo delle Regione a Mantova nel 2015, e un dipinto di Zangrando "La festa dell'annessione in Piazza Grande" che fotografa un momento storico per la nostra città (lotto 426).

Quest'ultimo quadro proviene dall'importante collezione Basilio di Trieste e non sarà l'unico.

Una trentina di opere provenienti da questa importantissima collezione tra cui spiccano oltre al suddetto Zangrando anche il lotto 962 "Il buon Samaritano" un'opera del pittore Simone Brentana risalente al '700. A corredo di quest'opera molti altri dipinti antichi del XVII e del XVIII secolo tra i quali segnaliamo una madonna con bambino di origine venezia entro cornice in argento finemente decorata (lotto 845)

Pittura italiana dell'800

Per quanto riguarda la pittura italiana dell'800 ci saranno opere di pittori come Bison, Viani, C. Privato, Balestrieri, Bazzaro e Cabianca. Anche per questa astaabbiamo raccolto per gli appassionati del genre una cinquantina di opere tra dipinti e grafiche dei pittori sloveni. Jacopic, Subic, Males, Pavlovec, Spacal, Cernigoi, Palcic sono solo alcuni dei nomi in esposizione. La pittura contemporanea sarà rappresentata da opere di artisti spazialisti del calibro di Julio Le Parc, Alberto Biasi e Garcia Rossi.

Sculture e gioielli

Per le sculture oltre ad alcune opere di Carà e Rovan ci saranno due bronzi attribuiti allo sloveno Janez Pirnat e una grande statua del francese Guillaume ( lotto 870) Servizi in argento, porcellane Meissen ed Herend, una curiosa collezione di mini sveglie da viaggio fra cui Jaeger Le Coutre e Tiffany. Mobili del '700 veneto e mobili Biedermaier, argenti austriaci tra cui una coppia di candelabri Vienna e un calamaio Wiener Werkstatte.

Una collezione di un centinaio di gioielli tra cui brillerà nel vero senso della parola un anello con un diamante da 3.5ct che andrà all'asta a 20.000 euro (lotto 911) Per l'arte orientale segnaliamo un grande Budda in legno accovacciato su un fiore di loto (lotto 978).

Un'asta importante per tutti gli amanti dell'antiquariato e dell'arte in generale.

Esposizone:

da venerdì 30 novembre a lunedì 3 dicembre
10.00-13.00 15.30-19.30
martedì 4 dicembre
10.00-13.00

Asta

5 dicembre
I tornata 10.00
II tornata 15.00
III tornata 20.30

6 dicembre
IV tornata 10.00
V tornata 15.00
VI tornata 20.30

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento