menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restaurata la colonna della Fontana del Nettuno danneggiata dai vandali

Questa mattina è stata ricollocata la colonnina della Fontana del Nettuno di piazza della Borsa che a fine agosto di quest'anno era stata danneggiata da vandali. Il restauro del pezzo mancante è stato possibile  grazie alla fattiva collaborazione fra Comune di Trieste e Comitato FAI regionale

Questa mattina è stata ricollocata la colonnina della Fontana del Nettuno di piazza della Borsa che a fine agosto di quest'anno era stata danneggiata da vandali. Il restauro del pezzo mancante che riposizionato nella sua sede ha contribuito a ridare nuova immagine e dignità alla storica fontana risalente al 1755, è stato possibile  grazie alla fattiva collaborazione fra Comune di Trieste e Comitato FAI di Presidenza del Friuli Venezia Giulia.

Alla breve cerimonia di riposizionamento della colonnina sono intervenuti l'assessore comunale ai Lavori Pubblici e al Patrimonio Andrea Dapretto, Barbara Candotto, responsabile del Gruppo FAI Giovani del FVG e Laura Paris, referente per Trieste del Gruppo FAI Giovani FVG.

La convenzione da una parte ha visto il Comune di Trieste attivarsi per ottenere tutti i pareri preventivi e le autorizzazioni necessarie alla realizzazione del ripristino e a conferire l’incarico dei lavori, curando l’avvio e la realizzazione del progetto e dall'altro ha previsto che il Gruppo FAI Giovani del Friuli Venezia Giulia insieme alla Delegazione FAI di Trieste contribuissero all’intervento mediante raccolte pubbliche di fondi e che promuovessero iniziative di sensibilizzazione per far conoscere e valorizzare l’Opera e la sua storia.

“I cittadini di Trieste hanno dimostrato in più occasioni di avere a cuore il patrimonio storico, artistico e culturale che li circonda, ad esempio firmando numerosissimi per il Parco di Miramare nel censimento FAI “I luoghi del Cuore”. - hanno dichiarato Barbara Candotti, responsabile del Gruppo FAI Giovani del Friuli Venezia Giulia e Laura Paris, referente per Trieste del Gruppo FAI Giovani del Friuli Venezia Giulia, che ha coordinato i volontari coinvolti nella raccolta fondi – Anche in quest'occasione non ci hanno fatto mancare il loro sostegno e anche a loro va il ringraziamento di tutti noi. Un ringraziamento va anche alla preziosa vicinanza di Trieste Altruista, associazione che ha affiancato i volontari della Fondazione al banchetto, e di alcuni esercizi commerciali, tra cui il Caffè Teatro Verdi e Studio N°1 che nelle scorse settimane hanno ospitato un'urna FAI per raccogliere i fondi”.

L'assessore Dapretto – che assieme a Candotti e Paris 'sosteneva' simbolicamente la riproduzione gigante 'cartonata' dell'assegno di 1000 euro (raccolti dal FAI) che ha contribuito al restauro della colonnina – ha affermato come questo sia un bel esempio di collaborazione fra Comune ed enti che vogliono dare un loro fattivo apporto ai beni pubblici: “Un sentito ringraziamento al FAI per un risultato che dimostra che le sinergie fra Comune, enti e associazioni, portano ad azioni concrete e funzionano, anche a beneficio del recupero della cosa pubblica, di arredi urbani, nell'ambito del patrimonio storico-architettonico di grande valore per la città”.

È stato anche ricordato come nel corso del 2014, grazie al credito di imposta, i Comuni italiani hanno beneficiato complessivamente di 11.663.000,00 Euro per tramite del Ministero dei beni e attività culturali, provenienti da 773 donatori, di cui 567 persone fisiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento