Cronaca

Ossa umane nelle malte della risiera di San Sabba: analisi in corso per confermare la tragica scoperta

Il triestino Enrico Halupca della Società Adriatica di Speleologia ha notato alcuni frammenti porosi simili a resti di ossa che emergevano dall'intonaco sul muro a fianco al forno crematorio

Una tragica scoperta quella che il triestino Enrico Halupca potrebbe aver fatto se confermata dalle analisi in corso.
Pochi giorni fa Halupca della sezione di speleologia urbana della Società Adriatica di Speleologia si è infatti accorto, come riporta il servizio di Marco Stabile su Telequattro,  che all'esterno della struttura della risiera di San Sabba sul muro a fianco al forno crematorio emergevano dall'intonaco deteriorato dalle intemperie alcuni frammenti porosi simili a resti di ossa umane. Dalle prime ipotesi potrebbe trattarsi di frammenti di cranio e femore.
Se tutto ciò fosse vero nella malta i nazisti avrebbero utilizzato anche le ceneri del forno delle quali dovevano disfarsi, ennesimo spregio contro le vittime.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ossa umane nelle malte della risiera di San Sabba: analisi in corso per confermare la tragica scoperta

TriestePrima è in caricamento