Cronaca

NIMDVM riattivato dopo il blocco: "Occasione per capire dove abbiamo sbagliato, cercheremo di fare meglio"

Dopo due giorni di oscuramento, forse dovuto a diverse segnalazioni, l'admin riferisce: “Grande entusiasmo da persone che prima non commentavano”

Foto di repertorio

È stato riattivato dopo due giorni di oscuramento l’account del gruppo Facebook Nimdvm. Ancora non chiaro il motivo che ha portato la piattaforma social a disattivare il profilo e nemmeno i motivi che hanno portato alla riattivazione. “Nelle opzioni era prevista la possibilità di fare reclamo ma non siamo arrivati a tanto – ha spiegato l’amministratore Alberto Kostoris – abbiamo solo chiesto di rivedere la decisione ed evidentemente siamo stati ascoltati. Probabilmente è successo a causa di alcune segnalazioni, alcune anche a livello personale, e di riflesso è stato colpito il gruppo. Comunque tutte le segnalazioni derivavano da interpretazioni errate e maliziose che non avevano nulla a che fare con le mie reali intenzioni”.

Interessanti i feedback che hanno accolto il gruppo, improvvisamente ‘riapparso’ in queste ore: “Siamo stati investiti da un entusiasmo commovente dopo due giorni di attacchi da parte di detrattori sulle testate triestine e sui social. Molti dei nostri follower ci seguono silenziosamente, scorrono la nostra pagina al mattino facendosi due risate e non si mettono a litigare nei commenti, e infatti oggi siamo stati salutati con grandi festeggiamenti da persone che non conoscevamo, e questo non può che confortarci”.

Dopo la ‘gogna social’ seguita all’oscuramento, l’admin condivide una riflessione: “Abbiamo fatto un ragionamento autocritico: se abbiamo sollevato tanto risentimento facendo solidarietà, evidentemente abbiamo sbagliato qualcosa nella comunicazione, che sarà in parte da ripensare. Di certo i social sono molto frequentati da persone di estrema destra, che sono i miei antagonisti per antonomasia, ma questo non basta a giustificare tanta acredine”. In un lungo post Facebook Alberto Kostoris annuncia che "Con i messaggi d'odio che abbiamo ricevuto avremmo potuto riempire pagine di denunce, ma stavolta non lo faremo", e in conclusione aggiunge che "l'obbiettivo è rendere questa società più accogliente, confortevole, amichevole. Non è meglio vivere in armonia invece che col coltello tra i denti?".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

NIMDVM riattivato dopo il blocco: "Occasione per capire dove abbiamo sbagliato, cercheremo di fare meglio"

TriestePrima è in caricamento