menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ribassi sulle Bollette di Gas e Luce gia' da aprile

E' una vera e propria boccata d'ossigeno in questi tempi difficili di crisi, la notizia giunta ieri con l'aggiornamento trimestrale redatto dall'Autorità per l'energia, che riguarda i significativi ribassi sulle bollette. Ribassi che si...

E' una vera e propria boccata d'ossigeno in questi tempi difficili di crisi, la notizia giunta ieri con l'aggiornamento trimestrale redatto dall'Autorità per l'energia, che riguarda i significativi ribassi sulle bollette.
Ribassi che si quantificano in -1% sulle bollette dell'elettricità (a cui si aggiunge l'1,4% di gennaio) e -4,2% per il gas, che tradotto vuol dire un risparmio medio su base annua di circa 60 euro (55 per il gas, 5 per l'elettricità), a cui si aggiungerà un ulteriore calo stimato per almeno il 7% equivalente ad un risparmio di circa 90 euro a famiglia.

Tutto questo è merito del combinato disposto tra il percorso di revisione dei prezzi introdotto dal decreto "Cresci-Italia", gli effetti positivi delle liberalizzazione di settore e gli interventi del regolatore volti a favorire l'allineamento dei prezzi all'ingrosso italiani con quelli europei.

Soddisfatte le associazioni dei consumatori Adoc e Federconsumatori che evidenziano i passi avanti per le famiglie e l'inversione di rotta rispetto gli aumenti record degli ultimi 3 anni, ma anche la Coldiretti che avvalla il progetto.

Ma come si è giunti a ribassare i prezzi?

Per quanto riguarda il gas si è rivisto il metodo di calcolo della componente materia prima attribuendo maggior peso ai prezzi spot, oggi più bassi rispetto quelli presenti con i contratti pluriennali.

E' aumentata dunque dal 5% al 20% l'incidenza delle tariffe spot, facendo così scendere dal 95% all'80% quella dei contratti a lunga scadenza.

Seguendo questa linea , nonostante le elevate quotazioni del petrolio, si è avuto un calo del 7,2% della componente materia prima con una riduzione del 3,5% della spesa finale.

Mentre con le nuove procedure di assegnazione si avrà un ulteriore calo dello 0,7% dell'esborso totale vista la contrazione della componente relativa al servizio di stoccaggio.

Parlando invece dell'elettricità, le riduzioni della bolletta sono dovute sopratutto al calo della componente riferita alla produzione e alla commercializzazione dell'energia elettrica pari al -3,7% rispetto il trimestre precedente, equivalente al -2,2% sulla spesa finale, controbilanciato però dall'aumento del 5,9% degli oneri di sistema.

Oneri su cui pesa non poco la componente A3 relativa agli incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate, per i quali è stimato in oltre 13 miliardi il fabbisogno 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento