Riccardi: "Asugi al lavoro per riaprire medicina urgenza"

Il vicegovernatore: "Riaprirà entro il prossimo fine settimana, non appena saranno disponibili gli esiti degli accertamenti effettuati sui sanitari del reparto"

"L'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina sta lavorando per rendere nuovamente operativa la medicina d'urgenza dell'Ospedale di Cattinara, che riaprirà entro il prossimo fine settimana, non appena saranno disponibili gli esiti degli accertamenti effettuati sui sanitari del reparto". Lo ha annunciato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, dopo che l'Azienda sanitaria universitario Giuliano Isontina ha avviato il piano di sanificazione necessario per poter rendere nuovamente sicuro il reparto per operatori e pazienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli stessi protocolli delle "aree grigie"

Riccardi ha spiegato che "nel reparto di medicina d'urgenza verranno applicati sempre i protocolli di protezione previsti per le cosiddette 'aree grigie', nelle quali tutti i pazienti vengono considerati e trattati come se fossero positivi al Covid-19, anche in caso di tampone negativo o nell'attesa del risultato. Le persone ricoverate o in osservazione saranno alloggiate in stanze singole isolate e il personale utilizzerà le stesse dotazioni di dispositivi di protezione individuale dei reparti riservati ai soggetti affetti da coronavirus. Si tratta di una precauzione necessaria per tutelare i pazienti e il personale sanitario dell'intero nosocomio".

Coronavirus a Cattinara, contagiati cinque medici e nove infermieri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

  • Malasanità: bimba morta in ospedale, Trieste sede neutrale dell'incidente probatorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento