rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Riccardi (FI): «La Regione non crede nel porto di Trieste»

Dichiarazione del consigliere regionale di Forza italia «Con pochi fondi e scarsa attenzione inpossibile competizione con il Tirreno»

«Solo cinquecentomila euro per il porto di Trieste in finanziaria regionale. È questa la risposta che la Giunta intende dare agli obiettivi di sviluppo di quello che doveva essere il porto regione? Inutile quindi parlare di competizione con il Tirreno, di contrastare l'off-shore veneziano quando l'attenzione che questa regione dedica allo scalo è finanziariamente risibile. Non vorrei che questo fosse motivato dal muro politico costruito dal centrosinistra attorno al porto di Trieste e alla sua presidente, il tutto mentre nel mondo i muri, come quello fra Cuba e Usa, stanno cadendo».

Ad affermarlo è il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Riccardo Riccardi, che aggiunge.

«Il punto è che - continua Riccardi - , oltre a questa insufficiente posta a bilancio, non si vede neanche una strategia da parte della Regione che affronti i nodi veri dello scalo, come quello della disparità di condizioni di mercato con la Slovenia - costo del lavoro e fisco in primis - e quindi con il porto di Capodistria e quello del collegamento ferroviario con la stessa Capodistria. La questione è che, se nemmeno noi ci crediamo, se nemmeno la Regione intende investire in quella che è un'infrastruttura strategica per tutto Il Friuli Venezia Giulia, come possiamo pretendere che le ambizioni di sviluppo e di rilancio del porto di Trieste riescano a realizzarsi?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riccardi (FI): «La Regione non crede nel porto di Trieste»

TriestePrima è in caricamento