Sparò alla compagna triestina e scappò con la figlia, scarcerato dopo un anno

L'avvocato Riccardo Tarotelli esplose due colpi di pistola contro la 29enne Jessica Maurovich. Dopo un lungo interrogatorio davanti al Pm Stefano Latorre, ne è stata decisa la scarcerazione. Non potrà entrare in Friuli Venezia Giulia

Foto Sondrio Today

Riccardo Tarotelli, l'avvocato penalista di 42 anni di Berbenno di Valtellina arrestato un anno fa dopo che, in seguito ad una lite, aveva sparato due colpi di pistola alla compagna, la 29enne Jessica Maurovich di Trieste, ed era scappato poi con la figlia di un anno e mezzo nella baita di famiglia, tornerà presto in libertà. 

Favorevoli alla scarcerazione i pareri dell gip del Tribunale di Sondrio, Antonio De Rosa, e del pm Stefano Latorre dopo un lungo interrogatorio, svoltosi nei giorni scorsi nel capoluogo valtellinese, in cui Tarotelli ha dimostrato di aver compreso la gravità dei suoi gesti. Tarotelli dovrà però stare lontano dal Friuli Venezia Giulia, dove vivono l'ex compagna e la figlioletta.

La vicenda

Era mercoledì 26 giugno 2019 quando, durante un'accesa lite familiare, Tarotelli esplose due colpi con una pistola regolarmente detenuta, che raggiunsero la compagna 29enne al collo e al petto. Scappato poi nella baita di famiglia con la figlioletta, l'avvocato di Berbenno, dopo qualche ora, era stato trovato dai carabinieri ed arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento