menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricettazione, Violenza Minaccia e Resistenza a Pubblico Ufficiale: Arrestato 49 Enne Triestino

Nel tardo pomeriggio di venerdì due operatori della Polizia Locale, impegnati in un normale controllo di polizia stradale, fanno cenno di fermarsi a un uomo che transita a una velocità sostenuta lungo il viale D’Annunzio con direzione piazza...

Nel tardo pomeriggio di venerdì due operatori della Polizia Locale, impegnati in un normale controllo di polizia stradale, fanno cenno di fermarsi a un uomo che transita a una velocità sostenuta lungo il viale D'Annunzio con direzione piazza Foraggi.
L'uomo, dall'apparente età di 45-50 anni, per tutta risposta effettua una manovra evasiva verso la corsia opposta al fine di evitare il controllo e proseguire la sua marcia.
La pattuglia con i dispositivi di emergenza lo insegue per le strade del centro a quell'ora abbastanza trafficate; l'uomo, effettua continui cambi di direzione per seminare gli operatori della PL impegnando inizialmente l'incrocio di viale D'Annunzio con la via Conti con il semaforo rosso e continuando la sua folle corsa svoltando in via Settefontane fino in via Manzoni, con direzione via Pascoli, dove però un veicolo fermo al centro della carreggiata gli sbarra la strada.

Cercando una via di fuga alternativa l'uomo individua uno spazio tra le macchine in sosta ma perde l'equilibrio.

In quel frangente l'operatore di PL esce dall'autovettura di servizio bloccandolo ma il "fuggitivo" non si arrende ancora: l'uomo continua a opporre resistenza divincolandosi violentemente finché cade a terra insieme al suo scooter.

Il conducente, dopo essere stato bloccato, continua a oltraggiare e minacciare gli operatori.

L'uomo, viene immediatamente identificato: C.M le sue iniziali, triestino di 49 anni.

Gli operatori provvedono ad effettuare un controllo del mezzo a due ruote accertando che ciclomotore e contrassegno provengono da due distinti furti: i rispettivi proprietari vengono avvisati.

C.M è stato quindi arrestato poiché colto in flagranza di reato per l'art. 648 (ricettazione), 336 (violenza o minaccia a pubblico ufficiale) 337 (resistenza a pubblico ufficiale), 612 (minaccia) e 341 bis (in quanto in luogo pubblico offendeva l'onore e il decoro degli operatori presenti al fine di eseguire il loro dovere).

A questi si aggiunge l'art. 61 del Codice Penale in quanto non ottemperava all'invito di fermarsi impostogli dagli operatori della PL e fuggiva mantenendo una condotta di guida tale da porre in pericolo oltre se stesso anche gli operatori creando una situazione di pericolo generale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento