Cronaca

Richiedenti asilo arrestati per droga, Ugl Polizia: «Necessario invio di rinforzi, più controlli alle frontiere»

Lo rileva in una nota Alessio Edoardo di Ugl Polizia

«Ancora una volta dobbiamo denunciare la mancanza di attenzione  per quanto riguarda la situazione dei RICHIEDENTI asilo in Italia, protagonista, purtroppo, ancora Trieste, dove sono stati fermati ben 11 RICHIEDENTI asilo o protezione per SPACCIO di sostanza stupefacente rivolta alla maggiore verso i minorenni». 

Lo rileva in una nota Alessio Edoardo di Ugl Polizia.

«Il grande impegno della Squadra Mobile - continua la nota -, che con questa brillante operazione ha smantellato questa gang, dimostra ancora una volta però, che ormai i migranti RICHIEDENTI asilo o protezione sono troppi in provincia ed in regione, viene difficile così una vigilanza adeguata e tutto ciò va a premere sul personale delle FF.OO. Sempre più impegnate nel sopprimere reati, che per la maggior dei casi sono commessi da questi elementi i quali evidentemente sono qua per tutt'altre faccende  rispetto a quanto dichiarato per le domande di asilo o protezione».

«La grande mole di lavoro - sottolinea Edoardo -  che negli ultimi mesi sta mettendo fortemente alla prova gli agenti richiede un invio di rinforzi veloce e determinato, non solo per rafforzare il controllo dei confini in modo da prevenire infiltrazioni terroristiche, ma anche per una maggiore attenzione rivolta alla prevenzione e repressione dei reati commessi in materia di droga, che divengono ancora più gravi quando rivolti ai minorenni».

«Chiederemo - conclude - un incontro con il Prefetto per chiedere un suo intervento diretto ad un aumento del personale sul territorio con urgenza per arginare le grave situazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Richiedenti asilo arrestati per droga, Ugl Polizia: «Necessario invio di rinforzi, più controlli alle frontiere»

TriestePrima è in caricamento