Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca S. Giacomo - Ponziana

Rifiuti, Laureni a San Giacomo: «Si tratta di una sperimentazione, affrontiamo insieme i problemi»

15.47 - Fumata grigia oggi pomeriggio in piazza: l'assessore comunale ha fissato un nuovo incontro mercoledì prossimo per stilare una lista delle problematiche

Incontro dai toni alti e bassi quello tra l'assessore comunale Umberto Laureni e i cittadini, commercianti e consiglieri (circoscrizionali e comunali) in piazza San Giacomo. Il tema dell'incontro, quello che tiene banco sia sul web che per strada, è quello della drastica riduzione di cassonetti dell'immondizia nel rione, che ha generato non solo malumore, ma anche un aggravio del decoro della zona, poichè, per protesta o necessità, ogni giorno degli incivili lasciano sacchetti e sporicizia lungo le vie e marciapidi.

Questo di oggi alla fin si è rivelato un incontro preliminare, un sopraluogo effettuato dall'assessore con tecnici Acegas e comunali, per vedere e ascoltare le problematiche: «Se ci sono dei problemi, avete dei disagi - ha dichiarato Laureni al gruppo di circa 20 persone presente - basta che chiamate i numeri di Acegas o del Comune. Faremo un altro incontro mercoledì prossimo, alle 11, così scriveremo una lista dei vostri riscontri: vi ricordo che questa è una sperimentazione, non una decisione definitiva; - ha ricordato l'assessore, rispondendo poi ai commerciani - per la quesione dell'umido, se non siete attrezzati con dei retrobottega, possiamo incontrare Acegas e vedere di organizzare dei servizi personalizzati, anche gratis».

L'assessore ha poi risposto velocemente alle questioni sulla pulizia strade, topi gabbiani e cornacchie che prendono di mira la raccolta dell'umido, o altre questioni portate alla sua conoscenza, «vorrei concentrarmi su un problema alla volta» ha detto. Per quanto riguarda le multe «al momento non sono previste nel regolamento, quindi non si possono applicare all'umido».

Non solo i cittadini e i commercianti hanno dato filo da torcere a Laureni, ma anche il consigliere della V Circoscrizione Roberto Dubs, che ha montato il caso: «Sono due le questioni che mi preme sottolineare: la prima è che la raccolta differenziata a San Giacomo è attiva da tre anni e nessuno si è mai lamentato. I problemi non sono nemmeno dovuti ai nuovi bottini per l'umido. Il malcontento è cresciuto nel momento in cui si è deciso di ridurre i cassonetti. Una scelta - chiude Dubs - che ha preso la Giunta. Questo è la seconda questione: non arrabbiatevi con Acegas, loro eseguono solo quello che gli viene ordinato dall'Amministrazione comunale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Laureni a San Giacomo: «Si tratta di una sperimentazione, affrontiamo insieme i problemi»

TriestePrima è in caricamento