rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Rifiuti, oltre 3000 domande per lo sconto del 20% sulla TARI grazie al compostaggio domestico

18.45 - Menis e Patuanelli (M5S): «Un successo la nostra proposta sulla riduzione della tariffa rifiuti nel 2015»

«Il successo ottenuto dalla nostra proposta relativa a una riduzione della tariffa rifiuti nel 2015 per i cittadini che intendono avviare il compostaggio domestico dell’umido, testimoniata dal numero di domande (circa 3.000) giunte ad Esatto, dimostra che il sistema più corretto per ridurre la produzione di rifiuti e portare la percentuale di raccolta differenziata a livelli di decenza è proprio quello degli incentivi». A sostenerlo sono Stefano Patuanelli e Paolo Menis, portavoce del M5S a Trieste.

«Crediamo - aggiunge Patuanelli - che sia questa la strada da seguire. Quest’anno AcegasApsAmga ha chiesto ai triestini di pagare di più pur in presenza di un evidente peggioramento del servizio. Sono stati ridotti e allontanati i cassonetti, mettendo spesso in difficoltà i cittadini più anziani. Vanno invece perseguiti obiettivi di premialità per chi riduce, in qualsiasi forma, la quantità di rifiuto buttato nei cassonetti. Era questo lo spirito della nostra proposta e i concittadini lo hanno ben capito».

Nei mesi scorsi, la questione aveva sollevato numerose polemiche da parte dell'opposizione, in particolare Paolo Rovis (capogruppo Pdl in Consiglio Comunale) che aveva sottolineato come il provvedimento non prevedesse dei controlli e quindi, aveva spiegato il consigliere triestino, bastava dimostrare di aver comprato un composter (link qui) più economico sul mercato e presentare successivamente la fattura anche senza poi avviare concretamente il compostaggio domestico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, oltre 3000 domande per lo sconto del 20% sulla TARI grazie al compostaggio domestico

TriestePrima è in caricamento