Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Riforma enti locali, Panontin: «Definito l'elenco regionale dei revisori dei conti»

Espresso pieno apprezzamento della riforma da parte di Davide Di Russo, vicepresidente nazionale del Consiglio dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

Paolo Panontin

Pieno apprezzamento per i contenuti della riforma degli enti locali voluta dalla Regione, anche per la parte che riguarda l'attività svolta dai revisori dei conti, è stata espressa dal vicepresidente nazionale del Consiglio dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Davide Di Russo, nel corso dell'incontro dibattito dedicato al tema svoltosi alla Fiera di Pordenone.
All'iniziativa, organizzata dal collegio dei dottori commercialisti della provincia di Pordenone, ha partecipato anche l'assessore regionale alle Autonomie locali, Paolo Panontin, il quale ha illustrato alcuni dei passaggi che hanno caratterizzato la nuova disciplina dei revisori dei conti in Friuli Venezia Giulia.
In particolare, l'esponente dell'Esecutivo ha posto l'accento sulla definizione dell'elenco regionale per la categoria, articolato in due fasce sulla base di requisiti definiti con regolamento regionale.

«Ne possono far parte - ha spiegato Panontin - i soggetti residenti in Friuli Venezia Giulia, iscritti nel registro dei revisori legali o all'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili e in possesso di 30 crediti formativi conseguiti nel triennio 2014-2016, nelle materie di contabilità pubblica e gestione economico-finanziaria degli enti territoriali».
A tal proposito, Panontin ha ricordato che, ad oggi, gli iscritti sono circa un'ottantina e che il termine per poter entrare a far parte dell'elenco scade il 15 maggio.
Su questo aspetto l'assessore si è impegnato a compiere un approfondimento e, se necessario, ad apportare opportuni correttivi dopo aver ascoltato alcuni interventi.
Riguardo i crediti formativi, Panontin ha posto l'accento sul fatto che questi sono stati definiti e concordati attraverso un continuo confronto e condivisione con gli ordini professionali competenti.
«L'obiettivo - ha detto l'assessore regionale - è quello di assicurare che l'ente locale possa avvalersi di professionisti esperti in grado di supportarlo nell'attività».

Panontin ha inoltre ricordato come la Regione abbia anche provveduto a ridefinire nelle linee guida appena approvate i compensi da corrispondere ai revisori, «riequilibrando le esigenze della categoria professionale con la necessità della Regione di assicurare un adeguato corrispettivo attento anche al contenimento dei costi nella pubblica amministrazione».
Le linee guida verranno in seguito sottoposte al vaglio del Consiglio delle autonomie locali.
Dal canto suo, Di Russo ha evidenziato come il Friuli Venezia Giulia sia arrivato per primo in Italia in un percorso di rivisitazione della materia che ha portato alla sottoscrizione ad un accordo nazionale a supporto dell'attività dei revisori contabili.
Durante il convegno è intervenuto anche Sergio Bolzonello, nella doppia veste di vicepresidente della Regione e di commercialista. Nel suo intervento ha ricordato lo sforzo che la Regione sta compiendo con la nuova regolamentazione di questo settore allo scopo di garantire una qualità sempre maggiore dei professionisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforma enti locali, Panontin: «Definito l'elenco regionale dei revisori dei conti»

TriestePrima è in caricamento