menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rigassificatore; I Motivi del no Ribaditi dall'Autorita' Portuale

Il Ministero dell'Ambiente ha inviato, agli enti interessati, una missiva che indica nel termine di quarantacinque giorni la conclusione del supplemento istruttorio in merito al VIA per il rigassificatore di Zaule. Non si è fatta attendere la...

Il Ministero dell'Ambiente ha inviato, agli enti interessati, una missiva che indica nel termine di quarantacinque giorni la conclusione del supplemento istruttorio in merito al VIA per il rigassificatore di Zaule.

Non si è fatta attendere la presa di posizione dell'Autorità portuale; "Il forte sviluppo dei traffici nel Porto e la necessità di una garanzia operativa nel Golfo di Trieste, la previsione di crescita di oltre il 20% dei traffici petroliferi nell'oleodotto Siot con gli approdi nel canale di Zaule, la progettualità collegata alla ormai imminente costruzione della Piattaforma logistica finanziata dal Cipe, il progetto del molo VIII, il progetto per il terminal traghetti posizionato sempre nel canale di Zaule, la crescita esponenziale del traffico crocieristico e dei traghetti passeggeri"

Sono questi i fattori condivisi dal presidente dell'Autorità Portuale, Marina Monassi con il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, alla base del supplemento istruttorio avviato dal ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in relazione al decreto V.I.A. relativo al progetto del rigassificatore GNL localizzato nell'area industriale di Zaule.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento