menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rilancio di Prosecco, al via convenzione tra Comune e l'associazione "La Comune di Prosecco"

È stato stipulato in Municipio un accordo 'procedimentale', tra il Comune, l'associazione denominata “La Comune di Prosecco” e il Comitato per l'amministrazione separata dei beni soggetti agli usi civici di Prosecco, per favorire lo sviluppo economico territoriale e per erogare migliori servizi

È stato stipulato in Municipio un accordo 'procedimentale' (ai sensi dell'art. 11 della Legge 241/90), tra il Comune di Trieste, l'associazione denominata “La Comune di Prosecco” e il Comitato per l'amministrazione separata dei beni soggetti agli usi civici di Prosecco, per favorire lo sviluppo economico territoriale e per erogare servizi di migliore qualità.

Alla firma il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini, affiancato dall'Assessore comunale all’Organizzazione, Risorse Umane, Attuazione programma di mandato e Fondi Comunitari, Roberto Treu, il Presidente dell'associazione La Comune di Prosecco, Sandor Bukavec. Presente anche il consigliere regionale Stefano Ukmar.

Con questo accordo, il Comune di Trieste è deciso a promuovere, sostenere e valorizzare le risorse territoriali che costituiscono il capitale sociale della comunità di Prosecco, attivando così, nelle forme previste dalla legge, rapporti di collaborazione con “La Comune di Prosecco” che, in assenza di lucro, esercita una funzione di interesse anche pubblico secondo il principio di sussidiarietà orizzontale (previsto dall'art. 18 della Costituzione). E lo fa mediante una sorta di “consultazione permanente” che permette una maggiore appropriatezza dell'azione amministrativa. Si stabilisce pertanto un 'patto di sussidiarietà' tra il Comune di Trieste,  l'associazione “La Comune di Prosecco” e il Comitato per l'amministrazione separata dei beni soggetti agli usi civici di Prosecco, che ha inoltre la finalità di regolare i rapporti per valorizzare appieno le potenzialità aggregative delle strutture sportive del comprensorio di Prosecco realizzate su aree  di complessivi  88.000 metri quadrati, ottimizzandone la funzionalità ed evitandone il deperimento.

Sempre in base all'accordo – valevole 15 anni (salvo disdetta da parte dei contraenti 6 mesi prima della scadenza)-il Comune di Trieste assicura la gestione del Comprensorio sportivo e, tenuto conto della posizione espressa  dall' associazione “La Comune di Prosecco” e dal Comitato  per l'Amministrazione separata dei beni  soggetti a usi civici di Prosecco, è libero di stipulare  nelle forme che ritiene più adeguate  rapporti per l'affidamento  e la gestione degli impianti sportivi. In tal senso, tra i punti previsti dall'accordo, le strutture saranno preferibilmente concesse alle associazioni operanti nella frazione di Prosecco e i proventi conseguiti andranno a contribuire alla realizzazione di interventi nell'interesse collettivo, a beneficio del borgo carsico. 2015_32282 stampa-2

“Con questo accordo si mette fine ad una lunga vicenda e si valorizza un'importante realtà locale – ha sottolineato l'assessore Treu – un riconoscimento politico nell'espressione della comunità di Prosecco nell'ambito delle strutture sportive. Si dà il via così – ha aggiunto – ad una forma di collaborazione intensa e più ampia, nei termini previsti dalla legge. Da rilevare anche il segno di attenzione per la 'comunella', insieme agli indirizzi della Circoscrizione, in base alla formula della consultazione preventiva per tutti gli aspetti ricreativo-sportivi. In questo senso – ha concluso Treu – il primo atto riguarderà la gestione dei campi sportivi di Prosecco ed Ervatti, sempre previa consultazione”.

Il presidente Bukavec ha ringraziato l'Amministrazione comunale, il Sindaco Cosolini e l'assessore Treu, che assieme agli assessori Kraus e Dapretto per un anno si sono impegnati per giungere ad un punto di unione soddisfacente e di inizio per quanto riguarda la questione delle 'comunelle'.

“Condivido pienamente lo sforzo profuso con una dose di buona volontà e di pragmatismo che attraverso la sussidiarietà ha portato alla gestione dei beni della comunità di Prosecco – ha affermato il Sindaco Cosolini -. Ringrazio perciò l'assessore Treu assieme agli assessori Kraus e Dapretto e tutti coloro che si sono adoperati con impegno fin dal nostro primo incontro per raggiungere questo primo importante risultato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento