menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazione finalizzata al traffico di stupefacenti: rintracciato e arrestato cinquantenne

Drassich Stefano, destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere, era sfuggito alla cattura al momento dell'operazione

Nella giornata di ieri, il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Trieste ha rintracciato e arrestato Drassich Stefano, cinquantenne triestino, destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere.
La misura, emessa dal G.I.P. di Trieste a conclusione delle articolate indagini “Raptor” e “Barattolo” e già eseguita lo scorso 31 maggio nei confronti di 9 dei componenti dell’associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, disponeva infatti la custodia in carcere per 10 soggetti.
Al momento dell’operazione, però, il Drassich era risultato irreperibile sfuggendo così alla cattura.

Le ricerche a tutto campo da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno dato i loro frutti ieri, quando l’uomo è stato individuato e arrestato. Adesso si trova al Coroneo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
L’esecuzione della misura chiude la lunga attività investigativa coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica della Direzione Distrettuale Antimafia di Trieste, Dott. Massimo De Bortoli, che, in oltre due anni di indagini, ha portato alla disarticolazione del pericoloso sodalizio.
Con l’arresto del Drassich e le 4 misure eseguite il lo scorso 19 luglio, salgono a 14 le ordinanze di custodia cautelare in carcere complessivamente eseguite, che si aggiungono ai 7 arresti in flagranza di reato operati nel corso delle indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento