menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infiltrazioni mafiose, Forza Italia chiede "maggiore attenzione"

Ad affermarlo è il senatore Franco Dal Mas che in una nota afferma che "dai lavori della terza corsia al porto di Trieste, dagli artigli della mafia cinese a quelli delle organizzazioni dell’est Europa, sono tante e reali le minacce". La reazione politica alla relazione della Direzione Investigativa Antimafia

Il senatore di Forza Italia Franco Dal Mas ha commentato il pericolo relativo alle infiltrazioni mafiose sul territorio regionale evidenziate nell'ultima relazione della Direzione Investigativa Antimafia. "Un allarme che esige attenzione, quello relativo al pericolo di infiltrazioni mafiose in Friuli Venezia Giulia emerso dalla recente relazione della direzione investigativa antimafia".

Un allarme lanciato anche dal Procuratore Mastelloni

"Un allarme che non può e non deve lasciare indifferenti. Dai lavori della terza corsia al porto di Trieste, dagli artigli della mafia cinese a quelli delle organizzazioni dell’est Europa, tante e reali le minacce. Del resto in passato il procuratore della Repubblica di Trieste Carlo Mastelloni aveva già evidenziato i rischi concreti, e le inchieste e i recenti arresti sono la prova provata che il Friuli Venezia Giulia, per la sua ricchezza e la sua posizione strategica, è purtroppo attrattiva per la criminalità organizzata. Non più tardi di un mese fa il procuratore aveva lamentato un'esiguità delle forze a disposizione: chiediamo maggiore attenzione per la nostra regione e invitiamo la commissione bicamerale antimafia ad audire il procuratore - ha concluso Dal Mas - per avere contezza del pericolo che la nostra regione sta correndo”.

L'ombra delle mafie sul Friuli Venezia Giulia: leggi il report della DIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento