Cronaca Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza del Sansovino

Indagini sulla sanguinosa rissa tra operai, al setaccio le telecamere di piazza Sansovino

Gli investigatori della Squadra Mobile della questura di Trieste vogliono vederci chiaro per capire cosa è successo prima della brutale aggressione e soprattutto per far luce sul possibile coinvolgimento di altre persone. Acquisite anche le immagini degli autobus transitanti in zona

La Squadra Mobile indaga sulla violenta rissa scoppiata tra una decina di persone in piazza Sansovino poco dopo le 7 del 7 luglio e sta passando al setaccio le telecamere della zona (e quelle degli autobus della Trieste Trasporti) per capire i motivi che hanno innescato il grave episodio e, soprattutto, per fare luce sul possibile coinvolgimento di altre persone. È quanto emerge dall’attività investigativa portata avanti dalla questura di Trieste per ricostruire i fatti ed accertare le responsabilità. Durante la rissa due persone sono finite all’ospedale di Cattinara, mentre altri due sono stati trasportati all’ospedale Maggiore.

Cosa dice il video

I feriti sono quattro ma nel video apparso sui social (che è stato acquisito dalla polizia), le persone coinvolte risultano essere almeno il doppio. Tre aggressori rivolgono le loro attenzioni su una persona che è a terra, nella zona delle strisce pedonali che tagliano in due la parte est della piazza (per intenderci quelle parallele alla sede di Esatto ndr). Gli tirano dei calci in testa, mentre dall’altro lato della strada una persona ha una pala in mano e viene aggredita da altri due. Entrambi gli aggrediti sono a torso nudo. Secondo gli investigatori le persone coinvolte non erano in stato di alterazione alcolica. 

Calci in testa e sangue: guarda il video del pestaggio (VIDEO)

I motivi della rissa

Sulle ragioni dell’aggressione al momento non trapela nulla. Gli investigatori stanno analizzando le immagini di videosorveglianza della zona e vogliono vederci chiaro su cosa è successo prima dell’aggressione e dove è iniziata la rissa. La dinamica dei fatti è meno chiara di quello che sembra. Le quattro persone ferite sono di nazionalità kosovara e lavorano per due ditte edili diverse ma è escluso che si tratti di un regolamento di conti tra due ditte. Potrebbe invece sussistere l’esistenza di “beghe private” o di contrapposizioni personali.La Mobile ha già sentito le persone ferite e ne sta interrogando altre. “Stiamo ricostruendo l’accaduto” così il dirigente Giovanni Cuciti.  

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagini sulla sanguinosa rissa tra operai, al setaccio le telecamere di piazza Sansovino

TriestePrima è in caricamento