rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Slovenia / Istria e Litorale

Rissa tra bande e tentato omicidio a Sesana: due indagati

Si tratta di un 53enne, che ha accoltellato alla schiena un 42enne, e un 49enne che ha tentato di investire alcune persone coinvolte nella rissa. Grave la persona accoltellata. Si tratterebbe di una lite per debiti tra due gruppi della Macedonia del Nord

TRIESTE - Arrestati per tentato omicidio, dopo una violenta rissa tra bande rivali a Sesana, un 53enne e un 49enne: uno è indagato per aver accoltellato alla schiena un 42enne, l'altro per aver tentato di investire alcune persone con l'auto. Alle 17:29 di domenica 9 giugno la polizia di Capodistria è stata informata che diverse persone stavano litigando al terminal di Sesana. Pochi minuti dopo il commissariato ha ricevuto una notifica dal pronto soccorso di Sesana, che ha riferito di avere in custodia un uomo gravemente ferito, accoltellato durante una rissa, poi trasferito in ambulanza all'ospedale di Isola. Contemporaneamente hanno cercato assistenza medica all'ospedale di Sesana altre tre persone ferite nella stessa rissa.

Sul posto, la polizia ha scoperto che due gruppi di cittadini della Macedonia del Nord si erano incontrati al terminal e tra loro è scoppiata una rissa per debiti, alla quale hanno partecipato otto persone. Nello scontro sono stati utilizzati anche diversi oggetti contundenti ed è stato accertato che uno dei sospettati, un uomo di 53 anni, durante lo scontro ha pugnalato alla schiena con un coltello un uomo di 42 anni, che è stato poi portato in ambulanza all'ospedale di Isola. Il secondo indagato, un uomo di 49 anni, ha tentato di investire con la sua auto un gruppo di persone che avevano partecipato alla suddetta rissa. Diverse persone coinvolte nella colluttazione sono rimaste lievemente ferite.

Cinque sospetti sono stati arrestati sul posto, ma solo due (il 53enne e il 49enne, entrambi della Macedonia del Nord), sono ancora in custodia di polizia, mentre la detenzione degli altri tre sospettati si è conclusa dopo le procedure di polizia. La gestione della fase istruttoria è stata assunta dalla Procura distrettuale di Capodistria, la quale ha disposto che i due indagati ancora in custodia, per i reati di tentato omicidio, siano consegnati al gip del Tribunale distrettuale di Capodistria con accuse penali. Il reato è punibile con una pena detentiva da cinque a quindici anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra bande e tentato omicidio a Sesana: due indagati

TriestePrima è in caricamento