Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Via Goffredo Mameli, 4

Ristrutturazione del Galilei: 1,5mln di stanziamento statale

Presentato il Liceo Scientifico Galilei al termine della ristrutturazione dell'intero edificio. Lucia Negrisin, dirigente scolastico del Liceo: «L'obiettivo è ora quello di proporre il liceo quale scuola modello»

La presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, insieme alla dirigente scolastica dell’istituto, Lucia Negrisin, hanno presentato oggi “Il nuovo liceo scientifico Galilei, tra sicurezza e funzionalità”, resoconto sui recenti lavori di ristrutturazione dell’edificio di via Mameli, realizzati grazie a uno specifico stanziamento statale, pari a 1,5 milioni di euro, integrato da un finanziamento della Provincia di Trieste di 300mila euro.

«I lavori di manutenzione straordinaria appena conclusi – ha detto Maria Teresa Bassa Poropat, - sono frutto di una sinergia tra la Provincia di Trieste e il Provveditorato alle Opere Pubbliche e la Dirigenza scolastica finalizzata a rendere l’edificio più efficiente e funzionale sia in termini di sicurezza che di risparmio e riqualificazione energetica. Nonostante la situazione economica generale complessa l’amministrazione è riuscita a stanziare un finanziamento di 300mila euro che, unito ai fondi governativi, ha permesso di completare il rinnovo degli interni della struttura».

«I lavori eseguiti – ha detto Lucia Negrisin, dirigente Scolastico del Liceo Scientifico Galilei - ci hanno restituito una scuola rinnovata, un edificio accogliente e funzionale, premessa necessaria per costruire un ambiente di apprendimento moderno e dinamico. L’obiettivo è ora quello di proporre il liceo quale scuola modello, generatrice di futuro. Il nostro impegno prosegue con l’avvio di un ingente piano d’investimenti in nuove tecnologie al servizio della didattica».

I lavori ultimati sono stati gestiti tramite il Provveditorato interregionale per le Opere pubbliche del Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. «Con i responsabili del procedimento al ministero ci siamo incontrati più volte – spiega l’assessore provinciale all’edilizia scolastica Mariella Magistri De Francesco – e insieme abbiamo stabilito un cronoprogramma dei lavori di comune accordo con i vertici dell’istituto per evitare interferenze con l’attività scolastica».

L’assessore alla Programmazione scolastica e Diritto allo Studio, Adele Pino, ha quindi ricordato come l’amministrazione provinciale abbia operato, oltre che nel settore dell’edilizia scolastica, anche sul piano dell’offerta formativa, di comune accordo con i dirigenti scolastici dei singoli istituti, per ottimizzare spazi, risorse umane e materiali e con l’obiettivo di adeguare la filiera formativa alle esigenze degli allievi.

Nel corso della mattinata hanno quindi preso la parola due studenti, Giovanna Giacca e Luca Draisci, che hanno raccontato l’esperienza dei lavori di ristrutturazione dal punto di vista dei ragazzi. A partire dal dicembre 2014 e fino ad oggi, sono stati messi in opera 1.210 metri quadrati di serramenti esterni, 550 metri quadrati di tendaggi e 60 serramenti interni, cioè porte delle singole aule. I pavimenti, per un totale di 2.540 mq, sono stati risanati, rivestiti in pvc e in laminato antistatico ad alta pressione.

Gli interni dell’edificio sono stati riverniciati e sono state sostituite 171 valvole termostatiche dei termosifoni. E’ stato inoltre realizzato il risanamento completo di sei blocchi di servizi igienici ad uso degli studenti, degli spogliatoi delle due palestre. La ristrutturazione e la messa a norma del laboratorio di chimica, di biologia, di fisica, e di tre aule informatiche e la cablatura in fibra di tutto l’edificio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturazione del Galilei: 1,5mln di stanziamento statale

TriestePrima è in caricamento