rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Ritorna Trieste Next: ricerca scientifica e impresa a confronto

15.25 - Si intitola energETHIC la terza edizione del salone europeo della ricerca scientifica presentata oggi in municipio

E' stata presentata oggi, nella Sala del consiglio comunale, “Trieste next 2014”: la terza edizione del Salone Europeo della Ricerca Scientifica quest'anno prende il titolo di EnergETHIC, focalizzando l'attenzione sul tema dell'energia. L'evento, promosso da Comune di Trieste, Università di Trieste e VeneziePost, grazie alla collaborazione di numerosi enti del territorio, ha lo scopo di valorizzare l’eccellenza scientifica della città di Trieste e favorire il dialogo tra mondo della ricerca e mondo dell’impresa in nome di uno sviluppo sostenibile. Da venerdì 26 a domenica 28 settembre 2014, tre giorni di eventi per tutti: più di 100 appuntamenti, 150 relatori nazionali e internazionali, 30 istituti di ricerca, mostre, visite guidate e un ricco programma per le scuole.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Antonella Grim, assessore all’educazione, scuola e università e ricerca, Maurizio Fermeglia, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, Filiberto Zovico, Direttore Trieste Next ed Editore di Venezie Post. Erano inoltre presenti i rappresentanti degli enti copromotori, sostenitori e partecipanti a Trieste Next: Maria Teresa Bassa Poropat, presidente della provincia di Trieste, Francesco Peroni, assessore regionale alle finanze, patrimonio, coordinamento e programmazione politiche economiche e comunitarie, Gianni Dal Maso, vicedirettore della scuola superiore di studi avanzati, Paolo Santangelo, segretario generale Fondazione CRTrieste, Roberto Della Marina, vicepresidente Area Science Park.

L'assessore Grim, rivolgendo un caloroso benvenuto agli ospiti, ha portato il saluto del Sindaco Cosolini che «anche grazie alla sua passata esperienza come assessore regionale ha fortemente voluto, fin dalla nascita di Trieste Next, nel 2011, che il nostro capoluogo avesse un ruolo determinante e centrale nell'ambito scientifico in collegamento con l'Università, con Venezie Post e gli enti copromotori, costruendo un'importante opportunità per i giovani attraverso la "conoscenza" della ricerca scientifica collegata alle imprese.» Il Rettore Fermeglia ha evidenziato il ruolo dell'Università «che ha sempre creduto in questa manifestazione impegnandosi per qualificare Trieste quale "città della scienza e della conoscenza". Soddisfazione per aver potuto realizzare Trieste Next è stata espressa anche da Filiberto Zovico di Venezie Post : «cerchiamo di contribuire al meglio per la riuscita della manifestazione assieme al prof.Tongiorgi e a tutti gli "attori" che grazie ad un impegno corale e sinergico possono determinare il successo anche dell'edizione di quest'anno.» L'assessore Peroni ha portato il saluto della presidente della Regione Serracchiani, ricordando «che da parte della Regione c'è la volontà non solo di mantenere questa manifestazione ma di implementarla, grazie anche al connubio felice con il Comune, l'Università e i numerosi enti copromotori, consolidandone anche l'ulteriore prerogativa di "attrattività turistica" su larga scala, sia in ambito nazionale che internazionale e d'oltre confine.» «La Provincia ha condiviso lo spirito dell'evento attraverso un dialogo e un confronto continui con le eccellenze scientifiche di cui Trieste vanta uno straordinario primato,» ha detto la Presidente Poropat. «Il sostegno alla scienza dev'essere messo a disposizione dei giovani proseguendo in questa direzione. Per questo abbiamo voluto dare il nostro contributo puntando l'attenzione sui giovani con visite guidate alla Wartsila e incontri pubblici al Magazzino delle idee. Giovedì 25 settembre, alle 11, nella sala consiliare di Palazzo Galatti, consegneremo il sigillo della Provincia al professor Giancarlo Ghirardi.» «La Fondazione CRTrieste continuerà a sostenere Trieste Next per promuovere lo sviluppo economico locale e contemporanemente valorizzando le prestigiose istituzioni scientifiche presenti sul territorio in linea con gli intendimenti e gli obiettivi da sempre prefissatisi che mirano a favorire opportunità e occasioni di rilievo in modo da influenzare positivamente il complessivo ambito economico-produttivo,» ha sottolineato Santangelo. Anche la SISSA, rappresentata dal Vicedirettore Dal Maso, ha manifestato pieno gradimento per la partecipazione a un'iniziativa innovativa come questa che incentiva il trasferimento di tecnologie alle imprese: «mercoledì 24 settembre, nella vecchia sede di Miramare, presenteremo in anteprima uno dei computer tra i più potenti in Italia e in Europa, un supercalcolatore di altissime prestazioni.» «Vogliamo portare la ricerca ad una fruibilità più veloce per l'utilizzo nell'impresa, a cominciare dalla "comunicazione" ai più giovani,» ha rilevato Della Marina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorna Trieste Next: ricerca scientifica e impresa a confronto

TriestePrima è in caricamento