rotate-mobile
La cerimonia / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Ritorno di Trieste all'Italia: la cerimonia per il 68esimo anniversario

Roberti: "Le cerimonie del 26 ottobre ci ricordano che la volontà popolare quando è forte e incrollabile non può essere soffocata o soverchiata, anche se il percorso è lungo e doloroso"

E' stato celebrato oggi, mercoledì 26 ottobre, il 68esimo anniversario del ricongiungimento della Città di Trieste all’Italia con la cerimonia dell’alzabandiera solenne in piazza Unità. La cerimonia, svoltasi sulle note della fanfara Brigata Alpina Julia, ha visto la partecipazione di un picchetto interforze coordinato dal Comando Militare Esercito Friuli Venezia Giulia, del gonfalone della città di Trieste, decorato di medaglia d’oro al valore militare. Presenti, tra le autorità civili e militari, il sindaco Roberto Dipiazza, il prefetto Annunziato Vardè, gli assessori regionali Pierpaolo Roberti e Alessia Rosolen, gli assessori comunali Michele Lobianco e Maurizio De Blasio, nonché il presidente del Consiglio comunale Francesco Di Paola Panteca con diversi consiglieri comunali e rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma con i rispettivi labari. Alle 17.00, sempre in piazza Unità d’Italia, si terrà l’ammainabandiera solenne.

"Le cerimonie del 26 ottobre per il ritorno di Trieste all'Italia sono una testimonianza sempre viva - ha dichiarato l'assessore Roberti -, sentita ed emozionante: ci ricordano che la volontà popolare quando è forte e incrollabile non può essere soffocata o soverchiata, anche se il percorso è lungo e doloroso".

"Troveremo anche nelle memorie delle nostre famiglie - ha affermato Roberti - tanti eroi o semplici esempi di persone che si sono impegnati per difendere le radici della propria comunità ribellandosi ai lacci talvolta sofferti e talvolta comodi che si erano imposti come conseguenza di fatti bellici e diplomatici". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorno di Trieste all'Italia: la cerimonia per il 68esimo anniversario

TriestePrima è in caricamento