Roberti: "La Slovenia ci 'scarica' i migranti dopo aver chiuso confini"

Il duro attacco dell'assessore regionale dopo il rintraccio di 160 migranti: "Se questo è la collaborazione con i nostri "vicini" ne prendiamo atto e valuteremo di conseguenza come agire su tutte le collaborazioni oggi esistenti"

Foto: Aiello

"Spero e mi auguro che il rintraccio di oggi dia la sveglia al Governo sulla necessità di agire in fretta in merito al contrasto all'immigrazione clandestina. Per questo abbiamo chiesto un incontro urgente al ministro degli Interni Luciana Lamorgese, colloquio che spero ci venga concesso quanto prima in quanto non possiamo più aspettare". Lo afferma l'assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti commentando il fatto di cronaca riguardante i 160 migranti irregolari che hanno attraversato in punti diversi sul Carso il confine tra Slovenia e Italia e fermati dalle Forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quanto accaduto oggi - spiega Roberti - non solo deve far rialzare il livello di guardia dello Stato sulla lotta all'immigrazione clandestina ma deve anche porci di fronte ad un tema riguardante i rapporti con la Slovenia. Quest'ultimo Paese infatti prima ha chiuso i confini con l'Italia senza nemmeno avvisarci, mentre oggi ci "scarica" gli immigrati presenti in Europa già quando sono sul suo territorio". "Se questo è la collaborazione con i nostri "vicini" - conclude l'assessore regionale - ne prendiamo atto e valuteremo di conseguenza come agire su tutte le collaborazioni oggi esistenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Malasanità: bimba morta in ospedale, Trieste sede neutrale dell'incidente probatorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento