Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Roberto Dipiazza sulla Rinuncia di Portocitta' al Portovecchio

Riceviamo da Roberto Dipiazza e pubblichiamo:Tener chiuso il Porto Vecchio è “un omicidio”: lo dico da sempre, in tutte le sedi e a tutti gli interlocutori. La rinuncia di Portocittà alla concessione – rilasciata dall’allora presidente...

Riceviamo da Roberto Dipiazza e pubblichiamo:
Tener chiuso il Porto Vecchio è "un omicidio": lo dico da sempre, in tutte le sedi e a tutti gli interlocutori.
La rinuncia di Portocittà alla concessione - rilasciata dall'allora presidente dell'Autorità Portuale di Trieste Claudio Boniciolli durante il mio secondo mandato a Sindaco di Trieste - è un danno enorme, che va oltre alla perdita degli investimenti previsti (oltre 1 miliardo di Euro) per il recupero di un'area strategica della città.
L'abbandono del progetto da parte del gruppo di imprese promotrici comporta infatti diverse ricadute, tutte altamente negative: oltre a quelle economiche, penso a quelle occupazionali, sociali, morali, culturali e d'immagine.

L'avvio del progetto, abortito dalla mancanza del necessario decisionismo a livello istituzionale e da un consenso non sufficientemente pro-attivo assicurato da categorie economiche, organizzazioni sindacali e altre forze della città, avrebbe garantito delle opportunità occupazionali fondamentali in questo momento di crisi, anche in vista della chiusura dello stabilimento di Servola e il possibile utilizzo di almeno parte delle maestranze.
La rinascita dell'area avrebbe favorito un rallentamento delle tensioni sociali, dando fiducia ai cittadini, in particolare alle nuove generazioni che hanno bisogno di credere in uno sviluppo possibile. Il restauro dei preziosi immobili avrebbe consentito di avvicinare a Trieste nuove iniziative imprenditoriali, legate sicuramente alla cultura del mare, ma anche al turismo, alla scienza, all'alta formazione. La triste fine del progetto firmato da Portocittà rappresenta infine un danno d'immagine non calcolabile: la testimonianza indelebile di un fallimento sancito dall'incapacità di una città di saper gestire il proprio futuro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Dipiazza sulla Rinuncia di Portocitta' al Portovecchio

TriestePrima è in caricamento