"Opacità nella gestione di case di riposo e ospedali", Rojc vuole fare chiarezza su ritardi e omissioni

La senatrice Tatjana Rojc (Pd) ha presentato un'interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza sulla gestione dell'emergenza Covid19 in Fvg e in particolare nella città di Trieste

Foto Aiello

Una serie di domande circostanziate al ministro della Salute Roberto Speranza, intese a chiarire "il ritardo con cui sono stati eseguiti i tamponi e sono state diramate le linee di prevenzione da adottare nelle case di riposo e negli ospedali, nonché l’opacità della comunicazione istituzionale". Le ha rivolte la senatrice Tatjana Rojc (Pd) al ministro della Salute Roberto Speranza, in un'interrogazione sulla gestione dell'emergenza Covid19 in Fvg e in particolare nella città di Trieste. "Continuiamo a contare i morti - osserva la parlamentare - e qualcuno vuol farci credere che 'tutto è sotto controllo' o che a Trieste non accade nulla di eccezionale, invece qui c'è molto da chiarire e capire. Lo chiedo a Speranza se omissioni e ritardi abbiano potuto contribuire ad abbassare il livello di sicurezza imposto dalle esigenze del contenimento del virus". Nell'interrogazione Rojc chiede anche, in dettaglio, di "accertare, posto l’avvio dell’emergenza Covid19 al 7 marzo, quanti tamponi sono stati effettuati ogni settimana nelle residenze per anziani, suddivise per province, e con quale cadenza nella Regione Friuli Venezia Giulia; sempre con indicazione temporale settimanale e per provincia, quanti siano i decessi complessivi nelle case di riposo e su quanti sono stati fatti i tamponi; quanti sono stati i ricoveri ospedalieri dalle case di riposo, sempre con frequenza settimanale e per provincia; se e, in caso affermativo, quando Asugi o la Direzione centrale salute della regione Fvg abbiano fornito indicazioni e linee guida per tali ricoveri; se, relativamente alla casa di riposo La Primula, che aveva ottenuto dalla Regione posti letto convenzionati aggiuntivi prima dello scoppio dell’emergenza, siano state fatte opportune verifiche di adeguatezza strutturale". La senatrice chiede inoltre di "accertare come, alla luce del fatto che indicazioni su percorsi sicuri sono state date solo negli ultimi giorni, sia stato possibile che abbiano patito gravi criticità dei reparti chiave quali Geriatria e Medicina d'urgenza, quest’ultima chiusa addirittura per giorni e ora a un quarto della capacità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento