Cronaca

Condannata per furti romani, rintracciata mentre tenta di lasciare l'Italia: arrestata 23enne

L'episodio è avvenuto al casello autostradale di Villesse. La giovane donna di nazionalità rumena si trovava a bordo di un furgone assieme ad altri tre connazionali

La Polizia di Stato di Gorizia ha tratto in arresto, su esecuzione di un provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria, una giovane donna di nazionalità rumena, fermata poco dopo la mezzanotte a bordo di un Multivan Volkswagen presso il casello autostradale di Villesse. Una pattuglia della Polizia Stradale ha proceduto al controllo del veicolo sul quale viaggiavano, in direzione della Slovenia, quattro persone tutte di nazionalità rumena.

Dal controllo documentale emergeva che a carico di una donna di 23 anni, pendeva un provvedimento di cattura emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per minorenni di Roma, che prevedeva l’espiazione di una pena di un anno e 4 mesi, per reati contro il patrimonio. Ulteriori accertamenti effettuati presso gli Uffici della Sezione di Polizia Stradale di Gorizia, permettevano di rinvenire sulla ragazza alcuni gioielli e monili vari, dei quali la stessa non sapeva giustificarne il possesso (alcuni preziosi riportavano anche l’incisione di nomi e date non riconducibili agli appartenenti del gruppo). Al termine degli atti di rito, la donna è stata tratta in arresto in esecuzione dell’ordine di carcerazione e denunciata in stato di libertà per il reato di ricettazione ed associata all’Istituto Penale Minorile di Pontremoli (MS), come indicato nel dispositivo di sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannata per furti romani, rintracciata mentre tenta di lasciare l'Italia: arrestata 23enne

TriestePrima è in caricamento