Il Pd difende Lamorgese: "Non è venuta in felpa a fare campagna elettorale"

Cristiano Shaurli attacca il presidente del Friuli Venezia Giulia: "Non sono certo le minacce di un leghista di provincia che fermeranno le migrazioni e la Rotta balcanica"

"La ministra Lamorgese è arrivata in Regione per mettere al centro dell’attenzione l’emergenza umanitaria della rotta balcanica, per prendere atto della situazione e proporre soluzioni e impegni. Non è certo venuta in felpa a fare campagna elettorale". A rispondere a Massimiliano Fedriga e a prendere le difese del titolare del Viminale è Cristiano Shaurli, segretario regionale del Partito democratico del Fvg. Secondo il dem infatti, il governatore avrebbe fatto leva sulla "propaganda," e sul "non ci interessa come organizzarsi, come aiutare i nostri sindaci e gli esseri umani".

Per Shaurli, la richiesta dell'esponente leghista di chiudere i valichi confinari (non accolta da Lamorgese) sarebbe "tanto facile da dire quanto impossibile da fare. Come sempre per un Fedriga a corto di idee, e dopo oltre due anni di governo anche a corto di risultati, è più semplice attaccare gli amministratori locali di centrosinistra che chiedono soluzioni umane e dignitose". Il problema della Rotta balcanica (e più in generale delle migrazioni) viene definito "epocale" e, secondo il dem, "non sono certo le minacce di un leghista di provincia che le fermeranno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

Torna su
TriestePrima è in caricamento