Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Riva del Mandracchio

Rotta Balcanica, il sottosegretario Mulè a Trieste: "50 militari in più per presidio confini"

Una visita volta anche a sostenere Roberto Dipiazza alle elezioni amministrative: "Con buon governo del sindaco stermineremo la burocrazia e sosterremo gli imprenditori. Trieste torna a vivere dopo il Covid ed aspira a essere capitale del Nordest"

In arrivo 50 militari in Fvg per controlli straordinari dedicati a immigrazione e sicurezza nell'ambito dell'operazione Strade Sicure, ”alla luce degli eventi afghani e della ‘riattivazione ‘ della rotta balcanica”. Lo ha dichiarato oggi nella sua visita in Fvg il sottosegretario alla Difesa e deputato di Forza Italia Giorgio Mulè. “Una gionata bellissima - ha dichiarato il sottosegretario - che si concluderà nel migliore dei modi incontrando i candidati di Forza Italia a Trieste. Una giornata positiva perché ancora una volta le forze armate rispondono alle esigenze del territorio del Fvg. I 50 militari si agiungono ai 425 già impegnati. Se ci saranno ulteriori necessità siamo pronti a contribuire ulteriormente". 

Una visita volta anche a sostenere Roberto Dipiazza in occasione delle elezioni amministrative: “Sono qui per sostenere il buon governo del sindaco Dipiazza, un’amministrazione che ha lavorato bene nel solco di un programma che è un punto d’onore e di lealtà con gli elettori. Lo rinnoviamo con un programma altrettanto articolato e mi piace pensare che questa sia la città dove si fonda questo angelo che dev’essere sterminatore della burocrazia. Siamo accanto agli imprenditori, agli artigiani e a chi vuole fare impresa, basta andare in giro per Trieste per rendersi conto di come questa città sia tornata ad essere viva nonostante il Covid e ha voglia non solo di riscatto ma di imporsi come capitale del nordest Italiano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotta Balcanica, il sottosegretario Mulè a Trieste: "50 militari in più per presidio confini"

TriestePrima è in caricamento