Domenica, 21 Luglio 2024
Alle spalle della città / Altopiano Carsico

Ancora passeur ucraini lungo la rotta balcanica, altri due arresti

Si tratta di due trafficanti, rispettivamente di 23 e 24 anni, fermati dalla polizia slovena dopo un inseguimento di circa 15 chilometri tra Podpec e Petrinje, alle spalle di Trieste. Trasportavano due cittadini di nazionalità turca

SLOVENIA - Nelle retrovie della rotta balcanica a ridosso del confine italo-sloveno ancora passeur di nazionalità ucraina, a riprova di come il traffico di esseri umani lungo la direttrice che conduce a Trieste sia gestita anche e soprattutto da cittadini del paese dell'est Europa. Nella notte la polizia slovena si è data all'inseguimento di una autovettura con targa polacca che a Podpeč aveva sfondato un posto di blocco. L'inseguimento è durato per quasi 15 chilometri. La polizia è riuscita infatti ad interrompere la corsa dell'auto a Petrinje. A bordo del veicolo sono stati trovati i due passeur ucraini, un ventiquattrenne e un ventitreenne, intenti a trasportare due cittadini di nazionalità turca. I due passeur sono oggetto di indagini da parte della polizia di Capodistria. 

Fototrappole per un giro di droga, poi spuntano gli ucraini: otto arresti 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora passeur ucraini lungo la rotta balcanica, altri due arresti
TriestePrima è in caricamento