rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Salone del gusto di Torino, tutto esaurito per gli appuntamenti allo stand del Friuli Venezia Giulia

18.31 - 20 laboratori e due show cooking con il massimo numero di partecipanti, 58 aziende enologiche presentate e oltre 60 varietà di mais raccolte

Una grande partecipazione di pubblico ha accolto lo stand del Friuli Venezia Giulia al Salone del gusto tenutosi da giovedì 23 a lunedì 27 ottobre a Torino. La collaborazione tra TurismoFVG, ERSA, Slow food FVG e naturalmente numerosi produttori ha consentito di realizzare un programma di incontri di approfondimento e appuntamenti di degustazione che il pubblico presente ha dimostrato di apprezzare.

Sono state presentate 58 aziende enologiche, che hanno servito oltre 4mila bicchieri di vino ad accompagnare le 9 specialità gastronomiche regionali per un totale di 1.600 piatti.

Il tutto esaurito, inoltre, per i 20 laboratori del gusto, che hanno proposto le peculiarità della tradizione culinaria regionale e le eccellenze della piccola produzione locale, e per gli show cooking condotti dallo chef stellato Emanuele Scarello. Anche gli appuntamenti più istituzionali hanno suscitato grande interesse nel pubblico partecipante, come la presentazione dello storico “Gran premio Noè” promosso dal Comune di Gradisca d’Isonzo e il progetto formativo “Emopoli” che coinvolge gli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario di Gradisca d’Isonzo.


Un successo senza dubbio sperato, ma in verità inatteso in queste proporzioni, anche per l’iniziativa dedicata alla raccolta delle varietà di mais italiane: al centro di raccolta allestito nello stand del Friuli Venezia Giulia sono pervenuti oltre 60 tipi di mais, a dimostrazione non solo della ricchezza in termini di biodiversità, ma anche della sensibilità del mondo della produzione agricola per questo tema, a cui sono stati inoltre dedicati anche incontri informativi e di approfondimento.

A presidiare lo stand durante i cinque giorni del Salone, oltre al personale di TurismoFVG, dell’ERSA e i collaboratori di Slow food FVG, c’è stato un nutrito gruppo di ragazzi delle quattro scuole alberghiere regionali (ISIS J. Linussio di Tolmezzo, S. Pertini di Monfalcone, B. Stringher di Udine, F. Flora di Pordenone).

È grazie infatti alla convenzione firmata a maggio di quest’anno che l’Agenzia regionale per il turismo si avvale del supporto dei giovani allievi, favorendo il loro inserimento all’interno delle strutture ricettive turistiche regionali e coinvolgendoli in alcuni degli eventi promozionali che essa stessa realizza. Quale migliore occasione dell’evento di punta della gastronomia a livello nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone del gusto di Torino, tutto esaurito per gli appuntamenti allo stand del Friuli Venezia Giulia

TriestePrima è in caricamento