rotate-mobile
Cronaca

Salone di Torino, in anteprima nazionale sarà presentato il libro di Maurizio Mattiuzza

L’autore friulano, una delle voci più attive del nostro panorama culturale contemporaneo, ospite del Salone Internazionale del libro, presenterà sabato 16 maggio al pubblico “La Donna del Chiosco sul Po”

Sarà presentata in anteprima nazionale a Torino la nuova raccolta di poesie di Maurizio Mattiuzza, già vincitore del premio InediTo 2014 e recente finalista, proprio con alcune di queste liriche, al premio Mario Soldati. L’autore friulano, una delle voci più attive del nostro panorama culturale contemporaneo, ospite del Salone Internazionale del libro, presenterà infatti sabato 16 maggio al pubblico “La Donna del Chiosco sul Po”. Una silloge di forte stampo narrativo in cui Mattiuzza indaga l’esito di una frattura culturale mettendo in figura volti e vite segnate da un passaggio storico ancora difficile da definire. Tra cadute e rinascite, spaesamenti e radici strappate affiorano infatti dal libro, in tutta la loro forte contemporaneità, operai con malattie professionali e fresatori balcanici avvolti dal mistero, parlano ex dattilografe, maestre chiuse nelle loro case di ringhiera, calciatori troppo magri per la gloria, troppo esili per la vita fino al sogno di quella figura che da il titolo alla raccolta. La donna, che all’alba degli anni ’70, dal suo chiosco in riva al Po, desiderava per sé, ma soprattutto per i propri figli, quel futuro in fabbrica che è stato l’approdo di migliaia di italiani usciti dalla civiltà contadina. Un approdo che La donna del chiosco sul Po-2la turbo economia del nuovo millennio ha spesso ridotto a cenere di cemento in disuso. Come per altre sue raccolte, Maurizio Mattiuzza alterna qui testi in lingua italiana e friulana, utilizzando per alcune liriche anche il dialetto della bassa Valsugana, terra d’origine di un ramo della sua famiglia. Il libro, pubblicato a Milano dalle edizioni La Vita Felice e disponibile in libreria nei prossimi giorni, è impreziosito da una sezione dedicata alle diverse traduzioni che l’opera di Mattiuzza ha conosciuto in questi anni. A firmare questo viaggio nelle lingue troviamo così, accanto a Mattiuzza, la penna del poeta asturiano Martin Lopez Vega e la grande sensibilità di Jolka Milic, già traduttrice di autori come Pasolini e Pavese e vera icona della letteratura slovena contemporanea.

Biografia Maurizio Mattiuzza

Maurizio Mattiuzza, vincitore, con questa raccolta, della sezione Poesia XIII edizione InediTO – Premio Colline di Torino 2014, è nato alle porte di Zurigo e vive nei pressi di Udine. Voce attiva del movimento culturale friulano già dalla seconda metà degli anni ’80, ha pubblicato le raccolte di poesia La cjase su l’ôr (1997) e L’inutile necessitâ(t) (KV, 2004) con note critiche di Luciano Morandini e postfazione del cantautore

Claudio Lolli, nonché il volume Gli alberi di argan (La Vita Felice, 2011).  Lavora da anni come spoken poet e paroliere accanto a Lino Straulino, col quale ha realizzato l’album Tiere nere e diverse altre canzoni. E’ il vincitore del Premio nazionale Laurentum 2009 per poesia inedita in lingua italiana e del Premio Città di Ceggia. Ha inoltre pubblicato, con prefazione di Mauro Daltin e postfazione di Bruno Pizzul, la raccolta di racconti Il Derby della luna. Assieme al cantautore Renzo Stefanutti ha scritto una delle canzoni finaliste della

sezione musica d’autore del Festival di Poesia di Genova. E’ uno degli autori selezionati al Premio Alda Merini 2013. Con alcune liriche contenute in questo volume è stato recentemente inserito nella terzina finalista del Premio nazionale Mario Soldati. Conta traduzioni in inglese, sloveno, greco e altre lingue europee con partecipazioni a numerosi festival internazionali di letteratura. Scrive in lingua italiana, friulana e nel dialetto della Valsugana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salone di Torino, in anteprima nazionale sarà presentato il libro di Maurizio Mattiuzza

TriestePrima è in caricamento