Cronaca

Salute: altri 11 milioni di euro alle residenze per anziani per ridurre i consumi

Telesca: «Accanto all'importante intervento per sostenere l'utilizzo di energia pulita diamo alle case di riposo e alle residenze per anziani la possibilità di migliorare e rendere efficienti gli impianti»

La dotazione finanziaria del bando per la "Riduzione di consumi di energia primaria nelle strutture residenziali per anziani non autosufficienti" è stata incrementata con risorse regionali pari a 11.804.115,120 euro.
Lo ha deciso la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Salute, Integrazione socio sanitaria, Politiche sociali e Famiglia Maria Sandra Telesca, per poter scorrere e finanziare tutte le 18 domande in graduatoria.

«La disponibilità economica attuale, stanziata dal Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Fesr) 2014-2020 - ha chiarito Telesca -, permette di finanziare totalmente, sulle 18 domande presentate e ammissibili, solo le prime quattro domande e parzialmente la quinta inserite nella graduatoria. Lo stanziamento di queste ulteriori risorse consente, quindi, di finanziare tutti i progetti presentati».
«Accanto all'importante intervento per sostenere l'utilizzo di energia pulita - ha precisato Telesca - diamo alle case di riposo e alle residenze per anziani la possibilità di migliorare e rendere efficienti gli impianti».

Il bando, approvato a marzo, definiva i criteri, le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso ai finanziamenti previsti sulla linea di intervento "Riduzione di consumi di energia primaria nelle strutture residenziali per anziani non autosufficienti" del Por Fesr 2014-2020 sull'asse 3 "Sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori".
Le risorse prevedevano una quota comunitaria, regionale e statale per un totale di poco oltre 5milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: altri 11 milioni di euro alle residenze per anziani per ridurre i consumi

TriestePrima è in caricamento