Salva la vita a camperista: finanziere in servizio a Prosecco riceve il Premio nazionale “Luigi Calabresi”

14.08 - Il riconoscimento attribuito per un azione meritoria di di soccorso e salvataggio avvenuta nel febbraio 2012 nei pressi di Piazza Unità

In queste ore, a Milano, a conclusione del 24° Memorial Day in onore dei magistrati vittime della mafia e del terrorismo, verrà celebrata la 16ª edizione del Premio Nazionale “Luigi Calabresi”, i cui vincitori sono stati selezionati, tra appartenenti alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate.

Le iniziative hanno ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica, il Patronato della Regione Lombardia e il Patrocinio della Provincia e del Comune di Milano. La cerimonia, alla quale sono presenti numerose personalità politiche, Autorità cittadine (civili, militari e religiose), esponenti del mondo culturale, nonché rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, vede anche la partecipazione della Signora Gemma Capra, vedova del Commissario di Polizia Luigi Calabresi, ucciso per mano terrorista il 17 maggio 1972, e del Fondatore del Premio, Luigi Fulciniti.

Nel corso della premiazione verrà attribuita la targa d’argento ed il diploma di Benemerenza all’Appuntato Giampietro Francesco, in servizio presso la Compagnia di Prosecco, per una lodevole azione di soccorso e salvataggio effettuata traendo in salvo un’intera famiglia composta da tre persone, intrappolata nel proprio mezzo.

Il militare, nel febbraio 2012, durante un servizio di controllo nel capoluogo giuliano, provvedeva senza indugio ad inerpicarsi lungo la fiancata di un camper rovesciatosi a causa delle forti raffiche di vento ad oltre 160 km/h, mentre percorreva Riva del Mandracchio all’altezza di Piazza Unità d’Italia. Per trarre in salvo le tre persone a bordo del mezzo in balia delle folate di vento, si rendeva necessario estrarre immediatamente il conducente dal finestrino dell’abitacolo. 

La situazione generale, già di per sé critica per le avverse condizioni meteo, poteva avere ben altro epilogo se la fuoriuscita di carburante dal serbatoio nonché la bombola del gas metano staccatasi dal vano cottura del mezzo avessero preso fuoco.

Risultava pertanto necessario agire con la dovuta fermezza e sollecitudine, tanto da spingere l’Appuntato Giampietro ad aprire la portiera del camper con la sola forza delle mani, scardinandone i montanti e portando gli occupanti in posto sicuro e riparato. Fino all’arrivo dell’ambulanza, il militare prestava le cure di primo soccorso poiché il conducente del camper presentava uno stato di profondo shock ed evidenti e gravi difficoltà respiratorie. Al termine del salvataggio il militare riportava varie escoriazioni nonché un assideramento della mano sinistra diagnosticato delle strutture sanitarie.

L’encomiabile azione di soccorso è stata ritenuta meritevole della citata benemerenza, consegnata ad un militare della Guardia di Finanza alle dipendenze del Comando Provinciale di Trieste, distintosi per alto senso del dovere ed esemplare altruismo.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento