Pedocin e Barcola, affidati gli incarichi di salvamento e pulizia per 200 mila euro

"La Bora" si conferma con il miglior ribasso per la gestione dall'ex Cedas al Bivio di Miramare; alla cooperativa LA.SE lo stabilimento "Alla Lanterna"

Assegnati dal Comune gli incarichi relativi al servizio di salvamento degli stabilimenti "Pedocin" e "Topolini" per una cifra di poco inferiore ai 200 mila euro. 

A vincere la gestione di Barcola, nonostante alcuni problemi relativi al pagamenti degli assistenti bagnanti e alle carenze legate alla pulizia manifestate dai bagnanti, è stata nuovamente "La Bora" che ha proposto un ribasso, pari al 16,80% sulla base d’asta indicata (167 mila euro), per l’importo di euro 139 mila euro.
La cifra va a coprire i «servizi di conduzione, assistenza bagnanti, sorveglianza spiaggia, pulizia e minute e immediate manutenzioni dell’area costituente lo stabilimento balneare “Topolini” di Barcola e del solo servizio di pulizia dell’area denominata “ex Cedas”, della piattaforma locata in Miramare cd. “Bivio” e della nuova doccia sita lungo la Pineta di Barcola». 

Allo storico e "unico" "Pedocin" invece i triestini verranno assistiti (servizio di salvamento, assistenza bagnanti e sorveglianza spiaggia) dalla cooperativa LA.SE: la proposta ha visto un ribasso pari al 17,21%, cioè circa 59 mila euro (sui 72 mila euro circa della base d'asta al ribasso). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Ridotto sul lastrico dopo la separazione: sempre più padri "rovinati" dagli alimenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento