Cronaca

Sanità, Bertoli (Fi): «Salina e Serracchiani sono le uniche a difendere la riforma»

«Mi chiedo anch’io, come moltissime persone, come un dipendente ASUITS regolarmente strutturata possa intervenire in trasmissioni rappresentando la segreteria del PD. L’azienda ha autorizzato?»

«Salina chi? Il vicesegretario del Partito Democratico o la referente per la riorganizzazione dell’assistenza primaria della direzione generale ASUITS. Perché se a parlare è il vicesegretario del PD capisco la confusione. A non rendersi conto di quanto è peggiorata la qualità della Sanità nella nostra Regione sia in termini di risposta verso i pazienti ed il territorio, sia come qualità delle condizioni di lavoro per gli stessi addetti del SSR. A difendere la riforma sono rimaste la Serracchiani e a quanto pare la Salina. Capisco le facce nuove ma se il nuovo che avanza e senza memoria…».Lo rileva in una nota Everest Bertoli, Consigliere di Forza Italia.

«Al vicesegretario del PD le suggerisco (per rinfrescarsi la memoria) di parlare con la dott.ssa Melania Salina, referente per la riorganizzazione dell’assistenza primaria per conto della ASUITS e probabilmente anche corresponsabile del fallimento dei CAP. Per l’Azienda sanitaria integrata lo sviluppo a pieno regime dei CAP era una priorità perché essi avrebbero costituito l’innovazione necessaria per poter dare risposta ai nuovi bisogni di una popolazione che invecchia e sviluppa malattie croniche. Ma soprattutto erano il cardine della riforma sanitaria che ha tagliato posti letto e risorse agli ospedali ma non ha saputo attivare i CAP sul territorio»ha aggiunto il Capogruppo.

«Al vicesegretario del PD chiedo di fare uno sforzo di memoria e di ricordarsi della seduta della prima commissione comunale il 12 gennaio 2017 e a quanto da lei detto nell’illustrare le meraviglie dei CAP rimasti sulla carta come del resto anche gli intenti e gli annunci della Riforma Sanitaria. Perché purtroppo a quattro anni dall’entrata in vigore della Riforma Sanitaria le file nei pronti socorsi, i tempi di attesa per le visite non sono diminuite. Ad essere diminuiti sono i posti letto e gli indici di qualità che una volta ci vedevano primeggiare a livello nazionale. Alla fine mi chiedo anch’io come moltissime persone come un dipendente ASUITS regolarmente strutturata possa intervenire in trasmissioni rappresentando la segreteria del PD. L’azienda ha autorizzato?» ha concluso Bertoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Bertoli (Fi): «Salina e Serracchiani sono le uniche a difendere la riforma»

TriestePrima è in caricamento