Sanità, Telesca: «Eccellenza per l'urologia di Trieste, di richiamo anche fuori regione»

Nel 2016 sono stati registrati 1564 ingressi alla clinica urologica con un'attrazione extraprovinciale del 17,9 per cento

Maria Sandra Telesca

«Quando l'innovazione tecnologica e l'innovazione organizzativa vanno di pari passo e vedono in campo professionisti della salute capaci di confrontarsi e di lavorare in equipe, come accade nell'urologia di Trieste, si crea un valore aggiunto che produce l'eccellenza».
Lo ha sostenuto l'assessore regionale alla Salute e integrazione socio-sanitaria Maria Sandra Telesca che oggi ha preso parte alla fase inaugurale della 66esima edizione del convegno Suni (Società degli urologi del nord Italia) nell'aula "Rita Levi Montalcini" del comprensorio triestino di Cattinara.

«Grazie al vostro lavoro siamo in grado di trasmettere positività e di far sapere ai cittadini che sono in buone mani», ha osservato Telesca, che ha rilevato come «i traguardi raggiunti dall'urologia triestina, che è di richiamo anche fuori dalla nostra regione, vadano sostenuti e consolidati».
La clinica urologica, diretta dal professor Carlo Trombetta, ha registrato nel 2016 1564 ingressi con un'attrazione extraprovinciale del 17,9 per cento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di «un grande gruppo che si è messo in gioco e non si è risparmiato» ha parlato il direttore generale dell'Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste Nicola Delli Quadri, secondo cui il team urologico di Cattinara ha saputo sfruttare al meglio le risorse dell'innovazione tecnologica, dai laser a tullio e olmio e l'ecografo "Aplio 3000" alla recente attivazione della chirurgia robotica "Da Vinci".
La due giorni congressuale, che si articola tra l'ospedale di Cattinara e la Stazione Marittima, è stata aperta da una relazione della professoressa Alessandra Graziottin sui biofilm patogeni in uro ginecologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento