rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Sanità, Ugl: «Piano emergenza regionale non funziona, responsabile del 118 si dimetta»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Crediamo che il responsabile del 118 di Trieste, Vittorio Antonaglia, debba dimettersi poiché lui stesso, pur essendo tra gli estensori del piano dell’emergenza regionale, ha di fatto dimostrato che non funziona e che, come abbiamo sostenuto fin dall’inizio, é incapace di rispondere alle reali necessità del territorio».

Lo dichiarano in una nota il segretario nazionale Ugl Sanità, Daniela Ballico, e il segretario regionale della Federazione del Friuli Venezia Giulia, Matteo Modica, spiegando che «proprio in questi giorni, infatti, l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n°2 Triestina ha comunicato la sospensione notturna dell’auto-medica di Monfalcone, lasciando scoperto l’intero territorio, le zone limitrofe e la parte occidentale della provincia di Trieste. Per ovviare a tale pericolosa situazione, Antonaglia ha richiesto l’attivazione di una seconda auto-medica in postazione a Santa Croce, ricevendo fortunatamente una risposta positiva dal Direttore Generale dell’AAS1».

«La nostra Organizzazione - proseguono i sindacalisti - ha sempre manifestato le proprie perplessità su questo piano, a dir poco lacunoso, che ha sottostimato il fabbisogno dei mezzi di soccorso avanzato. Ora che anche il direttore Antonaglia è dovuto correre ai ripari con la richiesta di una seconda auto-medica, abbiamo un’ulteriore prova che avevamo ragione e – concludono - che il piano d’emergenza, così com’è, non va bene».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Ugl: «Piano emergenza regionale non funziona, responsabile del 118 si dimetta»

TriestePrima è in caricamento