menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Croce sostenibile: completata la rete fognaria

Completati lavori AcegasApsAmga che hanno permesso la realizzazione nell’arco degli ultimi mesi di una nuova rete fognaria fin ad ora assente. I reflui verranno trattati dal depuratore di Sistiana, migliorando sensibilmente l’impatto ambientale.

Più sostenibilità a Santa Croce con la nuova rete fognaria

Santa Croce da oggi è più sostenibile grazie alla nuova rete fognaria. Sono infatti state completate in queste settimane le ultime fasi dei lavori che si sono sviluppati nel corso di quest’anno per l’estensione del servizio fognario. Santa Croce era infatti sprovvista di un sistema completo di fognature e grazie al progetto AcegasApsAmga è stato possibile portare nell’abitato la condotta fognaria alla quale i cittadini stanno provvedendo ad allacciarsi. Da qui i reflui confluiranno verso il depuratore di Sistiana, impianto recentemente potenziato e adeguato alle normative vigenti. Essendo inoltre dotato di una condotta sottomarina che immette le acque depurate in mare a una distanza di 1,7 km dalla costa, garantisce un minore impatto ambientale.

I lavori di estensione

I lavori, articolatisi nell’arco di circa un anno, si sono sviluppati su un percorso a di circa 1 km e hanno interessato una trentina di numeri civici, con particolare riguardo al centro storico e vie limitrofe, Oltre alla posa della condotta fognaria, si è provveduto, ove necessario, alla sostituzione di tratti di rete acquedotto obsoleti. E’ stata infine realizzata, nei pressi del cimitero, un impianto di sollevamento, necessario al collettamento dei reflui  verso il depuratore di Sistiana.

Modalità di allacciamento

In corrispondenza di ogni civico, AcegasApsAmga ha realizzato un cosiddetto “pozzetto d’ispezione”, ovvero un punto di consegna, sul limite della proprietà privata, a cui si stanno allacciando gli impianti privati delle abitazioni. Ai sensi  degli articoli 47 e 54 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato, per le abitazioni frontiste esiste l’obbligo di allacciarsi alla nuova condotta fognaria.

La multiutility, dopo aver comunicato ai cittadini interessati i termini e le modalità per l’allacciamento delle proprie abitazioni, invita gli abitanti a completare gli interventi impiantistici ed edili all’interno delle aree private necessari per l’allacciamento alla nuova fognatura. Successivamente è necessario comunicare l’avvenuto completamento degli interventi al fine di richiedere, ai sensi dell’art. 51 c. 2 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato, il rilascio del nulla osta allo scarico (telefonando al numero verde 800.23.73.13),  per il quale verrà richiesto il pagamento di €113,00 per spese di istruttoria e di rilascio.

Per ogni ulteriore informazione in merito alle modalità sopra descritte è possibile  rivolgersi al tecnico Alessio Bertocchi ai numeri telefonici 0407793326 - 3477886724 o via mail all’indirizzo abertocchi@acegasapsamga.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Cucina tipica: la ricetta della minestra de bisi spacai

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg: 661 nuovi casi, scende il tasso di positività

  • Cronaca

    Scuola, genitori in piazza contro la Dad: "È emergenza sociale"

  • Cronaca

    Da lunedì tutto il Friuli Venezia Giulia torna in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento