Coronavirus, beccato un bar "aperto" a San Vito: sanzionato titolare e tre clienti

La Polstrada si è insospettita vedendo la saracinesca semi aperta. Al locale potrà essere applicata la sospensione dai 5 ai 20 giorni

Foto di repertorio

Un bar con la serranda semi aperta continuava a ricevere clienti in piena emergenza Coronavirus: è successo a San Vito nella giornata di ieri, 31 marzo, intorno alle 12.30. Una pattuglia in “borghese” della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polstrada di Trieste, rientrava in sede dopo il consueto monitraggio della viabilità autostradale e delle aree di servizio, passando per San Vito in direzione di San Giacomo. A quel punto gli agenti hanno notato la porta d’ingresso di un locale adibito alla somministrazione di bevande ed alimenti, con la saracinesca mezza abbassata.

Gli operatori insospettiti dalla situazione si sono fermati alcuni minuti davanti all’ingresso verificando come nell’attesa un uomo, con fare circospetto, dopo aver bussato sulla vetrina dell’esercizio, entrava tranquillamente all’interno del locale. A quel punto i componenti della pattuglia hanno deciso di verificare, entrando all’interno dell’esercizio, visto che la porta d’ingresso era rimasta aperta. All’interno vi erano tre avventori, che stavano consumando al bancone bevande alcoliche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I clienti, una volta identificati come residenti della zona, sono stati sanzionati a livello amministrativo, per le violazioni previste dal Decreto Legge 19/2020 in quanto trovati, senza alcun valido motivo al di fuori delle proprie abitazioni. Anche il titolare del locale, in evidente stato d’imbarazzo, è stato sottoposto alla stessa sanzione con conseguente comunicazione alla Prefettura, per l’eventuale applicazione della misura afflittiva accessoria della sospensione dell’esercizio dai 5 ai 20 giorni. Al termine dell’attività i clienti sono usciti ed il titolare ha chiuso il locale abbassando la saracinesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

  • Malore sott'acqua a Sistiana: 38enne portato a Cattinara in codice rosso

  • Orso bruno avvistato vicino alla ciclopedonale a Draga Sant'Elia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento