menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

SAP, "Duino, l'ambiente in festa": successo per l' incontro sulla sicurezza ambientale

Sì è svolta ieri sera a Duino il terzo appuntamento con il SAP (Sindacato Autonomo di Polizia) Trieste su temi inerenti alla "sicurezza in cui si sono affrontati, insieme al SAPAF, argomenti inerenti alla "sicurezza ambientale"

Sì è svolta ieri sera a Duino, presso l'ex Drogheria, il terzo appuntamento con il SAP (Sindacato Autonomo di Polizia) Trieste su temi inerenti alla “sicurezza”, nell'ambito della manifestazione "Duino, l'ambiente in festa" organizzata da FareAmbiente. In questo ultimo appuntamento si è voluto entrare nel vivo della manifestazione ospitante, affrontando insieme al SAPAF (Sindacato Autonomo di Polizia Ambientale e Forestale) argomenti inerenti alla “sicurezza ambientale”, materia spesso sconosciuta, ma che frutta alle organizzazioni criminali ingenti guadagni economici.

Prezioso il contributo del Segretario Provinciale di Vicenza del SAPAF Nicola PIEROTTI il quale durante il dibattito ha illustrato con l’ausilio di immagini un’importante indagine svolta dal Corpo Forestale dello Stato nel Trentino, con incredibili similitudini al nostro territorio, mentre il Segretario Provinciale del SAP Lorenzo TAMARO ha voluto ricordare che proprio in questo periodo la “forestale” è prossima ad un possibile accorpamento con l’Arma dei Carabinieri, passando di fatto da una forza di Polizia civile ad una militare.

Una decisione avversata da più del 96% degli operatori “ambientali”, come rilevato in un recentissimo sondaggio e che trova una forte contrarietà da parte del SAP e del SAPAF, principali promotori nei mesi scorsi di un’unificazione delle forze di polizia, che avrebbero ben accolto la collocazione del Corpo Forestale dello Stato, come specialità della Polizia di Stato, mantenendo quindi l’ordinamento civile, come del resto l’Europa auspica per le forze di polizia.

La serata di ieri sera ha toccato argomenti spesso sconosciuti all'opinione pubblica, come ad esempio quelli dei reati ambientali, che rappresentano un ingente introito per le organizzazioni criminali e le cosiddette ecomafie. Il Coordinatore Regionale di FareAmbiente Giorgio CECCO, presente alla Conferenza, ha evidenziato che già a livello nazionale il movimento da lui rappresentato ha espresso perplessità sull'accorpamento con i Carabinieri e inoltre ha sottolineato la necessità di un incremento delle risorse per le forze di polizia in generale ed in particolare per quanto concerne la lotta ai reati ambientali. Ha inoltre ribadito la continua collaborazione sia a livello nazionale che locale con le forze dell'ordine preposte nello spirito proprio di sussidiarietà intrinseca in FareAmbiente. L’incontro ha avuto un buon successo di gradimento del pubblico presente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

social

Come cucinare una carbonara perfetta: la ricetta originale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: calano isolamenti e ricoveri, a Trieste 167 contagi

  • Cronaca

    Vaccini: sospese le prenotazioni per gli under 60

  • Cronaca

    La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento