Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

SAP: «Terrorismo e criminalità dilagante: a rischio tranquillità e sicurezza dei cittadini»

Nota del Sindacato Autonomo di Polizia: «la sicurezza deve essere rafforzata anche con ausilio della tecnologia come ad esempio utilizzando videocamere all’interno delle strutture della Polizia di Stato che permetterebbero di impiegare il personale in altri compiti»

«"Dobbiamo tenere gli occhi aperti” queste le parole pronunciate a margine del Comitato  Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica di Trieste che si è svolto in questi giorni dopo i gravi fatti di Parigi. Parole giuste, che condividiamo». Lo rileva in una nota il Sao, Sindacato Autonomo di Polizia.

«Gli occhi - continua il Sap -  dobbiamo tenerli aperti ora e sempre ma, per fare questo, serve dare attenzione e risolvere le mille problematiche che le forze dell’ordine affrontano ogni giorno dovute alle carenze ed alle necessità che il SAP continua a denunciare da anni. La sicurezza è una cosa seria; va costruita e mantenuta giorno per giorno e si può ricordarla solo quando “scoppia la grana”… Non c’è solo il terrorismo ma anche la criminalità dilagante che mette a repentaglio la tranquillità e la sicurezza dei cittadini».

«Si rafforzano - continua il Sindacato - le vigilanze negli obiettivi sensibili impiegando uomini anche all’interno delle strutture della Polizia di Stato. Giusto! Ma quali uomini? Oramai il personale presente nelle nostre strutture, nei nostri Commissariati, è ridotto ai minimi termini ed è sempre più vecchio; i numeri sfiorano il ridicolo e logicamente non possono garantire il buon funzionamento proprio in questo periodo storico in cui il lavoro aumenta».

«Il SAP - continua -  l’ha detto spesso ed in svariate sedi: la sicurezza deve essere rafforzata anche con l’ausilio della tecnologia come ad esempio utilizzando videocamere all’interno delle strutture della Polizia di Stato che permetterebbero di impiegare il personale in altri compiti. Invece da anni la risposta dei nostri vertici è stata sempre la stessa: “non ci sono soldi!” In questi giorni al Dipartimento della P.S. si continua a discutere su cosa chiudere in nome della razionalizzazione e della spending review, su quali presidi di Polizia cancellare dal territorio».

«Aumentare l’allerta - conclude il comunicato - è necessario ma bisogna essere consapevoli che impiegare più uomini alla difesa degli obiettivi sensibili significa, con i numeri di oggi, sacrificare sicurezza da un’altra parte. Questo è probabilmente il momento giusto per riflettere e rimettere a posto la sicurezza e bisogna farlo seriamente iniziando ad investire su di essa prima che sia troppo tardi. Ci vogliono subito i fatti! …non le parole che si dimenticano non appena si spengono i riflettori di questa grave emergenza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SAP: «Terrorismo e criminalità dilagante: a rischio tranquillità e sicurezza dei cittadini»

TriestePrima è in caricamento