Sciopero di 24 ore alla Alcatel-Lucent: rischiano 850 lavoratori

Sono 400 interinali circa, 350 a tempo indeterminato e circa 100 fanno parte dell'indotto a temere che la proprietà venda il sito di Trieste a delle multinazionali che hanno dimostrato in passato la volontà di delocalizzare la produzione

Street view dello stabilimento

Tre turni di 8 ore di sciopero per un totale di 24 ore. Per un giorno intero i dipendenti di Alcatel-Lucent Italia hanno incrociato le braccia in segno di protesta contro la proprietà che sembra intenzionata a vendere il sito di Trieste a delle multinazionali che hanno dimostrato in passato la volontà di delocalizzare la produzione.

Si tratta di 850 lavoratori (400 interinali circa, 350 a tempo indeterminato e circa 100 fanno parte dell'indotto) che rischiano il posto di lavoro, un numero davvero ingente e preoccupa le Rsu che chiedono l'intervento della Politica e vogliono sensibilizzare tutta la cittadinanza su quelle che potrebbero essere le catastrofiche conseguenze della chiusura di uno stabilimento così importante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento