Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Via del Coroneo

Sciopero "del carrello" in carcere: 160 in agitazione con urla, rumori e fiamme (VIDEO)

Sono circa 160 su un totale di 202 i detenuti che hanno preso parte allo sciopero che durerà 5 giorni

Continua la tensione nel carcere triestino di via del Coroneo: dopo l'episodio turbolento di ferragosto, va avanti lo "sciopero del carrello", ossia la particolare protesta che consiste nel rifiuto del cibo per protesta da parte dei detenuti; ad ampliare poi l'effetto, le persone recluse, due volte al giorno, alle 12 e poco dopo le 17 circa, nella mezz'ora che precede la somministrazione dei pasti, utilizzano posate e pentole per sbatterle contro le sbarre delle celle e urlando, ma anche incendiando dei fogli di carta(come si può sentire nel video del consigliere comunale Michele Babuder (FI) relativo alla protesta di ieri sera, 17 agosto).

Le motivazioni

Sono circa 160 su un totale di 202 i detenuti che hanno preso parte allo sciopero che durerà 5 giorni: metà degli aderenti non ha spiegato le ragioni - ha detto la direttrice Silvia Della Branca, escludendo collegamenti con l'episodio di Ferragosto che ha visto un detenuto con problemi psichici distruggere una cella appiccando anche un incendio -. Alcuni invece protestano contro “il sistema”, mentre altri ancora aderiscono all’iniziativa indetta a livello nazionale dalla parlamentare radicale Rita Bernardini per sollecitare il governo ad approvare i decreti attuativi sulla riforma dell’ordinamento penitenziario. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero "del carrello" in carcere: 160 in agitazione con urla, rumori e fiamme (VIDEO)

TriestePrima è in caricamento